Goletta Gay: le prime 10.000 risposte

di

Prime anticipazioni dal questionario per determinare la provincia più vivibile per i gay e le lesbiche italiani.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
655 0
655 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Sono circa 10.000 le risposte all’indagine della "Goletta Gay" partita nelle scorse settimane sulle pagine di gay.it

La "Goletta Gay" prende lo spunto dal battello di Lega Ambiente che ogni estate solca le acque italiane per dare un voto sulle spiaggie migliore. Nella sua versione gay, la Goletta si propone di stabilire attraverso un questionario molto dettagliato qual’è il livello di vivibilità delle oltre 1000 provincie italiane dai gay e dalle lesbiche. Una pagella che premia le situazioni migliori, le amministrazioni più aperte e l’imprenditoria e l’associazionismo locale più efficiente e che sproni a migliorare le provincie dove essere gay non è ancora semplice.

Mentre i tecnici stanno valutando le tantissime risposte giunte in redazione, ecco qualche anticipazione sui risultati già in nostro possesso, ovvero quelli relativi al campione preso in considerazione per l’indagine.

Le risposte, lo dicevamo, sono oltre 10.000. Di queste, il 90% è di sesso maschile, il 9% è di sesso femminile mentre lo 0,8% si dichiara transgender. A dichiararsi gay sono il 65% di coloro che hanno risposto al questionario; bisessuali si dichiarano invece il 20% (ma quanti bisessuali!!!!), eterosessuali il 2%, non lo sanno ancora il 5%. L’età più rappresentata è, come già in altre ricerche, quella centrale dai 25 ai 35 anni: il 27% ha meno di 25 anni, il 40% ha tra i 25 ed i 34 anni, il 20% ha tra i 35 ed i 45 anni, il 14% ha oltre 45 anni.

Ecco infine le principali provincie di residenza del campione: Milano ha avuto oltre 1000 risposte e raccoglie il 10,48% del campione; segue Roma con il 9,7%, quindi Torino (4,3%), Firenze (3,4%), Bologna (3,1%) e Napoli (31%). La palma d’oro della città con il più alto rapporto abitanti/persone che hanno risposto va ad Aosta, seguita da Firenze, Trieste, Bologna e Pisa.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...