Gorizia: no agli affitti facili per i gay

di

Alleanza Nazionale ha chiesto e ottenuto che le coppie omosessuali fossero escluse dalle agevolazioni previste dal comune per il pagamento dei canoni di locazione.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


E’ stato accolto l’emendamento presentato da An al consiglio comunale di Gorizia in cui si discuteva dei contributi finanziari per il pagamento dei canoni di locazione, nel quale si è chiesto di non considerare per le graduatorie delle agevolazioni le coppie omosessuali e di favorire, al contrario, giovani sposi sotto i 35 anni.

L’assemblea civica si è espressa a favore (con 22 “sì” e un’astensione) del regolamento comunale che disciplina la distribuzione di contributi a favore di famiglie disagiate per il pagamento degli affitti. Ogni amministrazione municipale è stata chiamata a redigere un regolamento in base al quale verranno assegnati dei punteggi che consentiranno la formulazione di una graduatoria. Possono presentare domanda di contributo quanti possiedono un reddito basso: anziani, famiglie numerose e portatori di handicap godono di un punteggio più alto ai fini della ripartizione degli aiuti finanziari.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...