Governo: Diritto a case popolari aperta ai conviventi

di

Finanziaria: il Governo estende il diritto di accesso all'edilizia popolare anche alle coppie di fatto. Silenzio sulle coppie gay. Grillini e portavoce del Pride: Sono incluse anche quelle?

880 0

Nel piano triennale della Finanziaria approvato ieri dal Governo c’è anche una misura che regola l’accesso alle case popolari. Avranno diritto all’acquisto anche le coppie convivienti da almeno 5 anni, ma nulla di più è stato aggiunto. Quel qualcosa in più che fa la differenza è l’estensione del diritto d’opzione all’edilizia popolare delle coppie conviventi gay e lesbiche, sulla quale estensione tutto tace.

Nonostante l’iter ancora lungo della finanziaria quello approvato ieri è oggettivamente un passo in avanti del Governo Berlusconi nei confronti delle coppie di fatto, ma il timore che le coppie gay ne vengano escluse è fondato. «Non vorremmo che anche queste briciole legislative portassero con sé il vizio di un’ulteriore esclusione nei confronti delle coppie omosessuali» dicono dal comitato organizzatore del Pride nazionale.

Franco Grillini, invece, auspica che «per conviventi si intendano ‘tutti’ i conviventi, e quindi anche le coppie dello stesso sesso senza fare discriminazioni tra famiglie conviventi eterosessuali e omosessuali». Grillini sottolinea che «dall’altra parte, in passato, le delibere del Cipe, comitato interministeriale per la programmazione economica, non facevano alcuna discriminazione in questo senso. Ci auguriamo- conclude- che la cosa sia chiarita al piu’ presto».

Leggi   In Italia il matrimonio gay è vietato dalla Costituzione?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...