Grande partecipazione al secondo micropride

di

In mille, molti più della volta precedente, hanno sfilato dalla "gay street" al Campidoglio armati solo di arcobaleno e candele. L'appuntamento si ripeterà anche il prossimo venerdì.

1155 0

Erano partiti in 150, la settimana scorsa, per sfilare al primo micropride. Si sono ritrovati almeno in 1000, questa volta. In mezzo, lo ricordiamo, l’episodio della gay street – via San Giovanni in Laterano, punto di partenza anche di questo secondo corteo – che ha contribuito sicuramente a convincere anche i più pigri a partecipare. E la percezione dei partecipanti e degli organizzatori è che l’appuntamento settimanale sia destinato ad attrarre sempre più persone.

Armati solo di bandiere rainbow e candele, gli autoconvocati su facebook, blog e siti internet sono arrivati fino al Campidoglio, casa del Sindaco Alemanno che ha promesso più sicurezza per la comunità lgbt romana. In gioco, però, c’è di più che qualche telecamera posizionata nei punti giusti. C’è la stanchezza di chi non ha più voglia di aspettare diritti fondamentali da una classe politica inerte. Lo dicono chiaro quelli che non sono voluti mancare. Al collo molti hanno appeso un cartello con lo slogan di Martin Luther King e del micropride stesso: "We have a dream". 

Grande assembramento anche a Bologna dove era in programma un sit-in nella centralissima Piazza del Nettuno, a pochi metri dal Comune e dalla Prefettura. Da ancora più lontano, da Genova dove è in corso la festa del PD, anche Walter Veltroni ha detto la sua: "Quando sento il risorgere dell’omofobia oppure della guerra agli immigrati, ci vedo i prodromi di quell’orrore che il nazismo ha consegnato all’umanita’ e nel quale non dobbiamo piu’ ricadere", ha dichiarato davanti alla platea l’ex leader dei Democratici.

Per la prossima settimana l’appuntamento è di nuovo a Roma per il terzo micropride, e l’arrivo del corteo, questa volta, potrebbe essere addirittura la sede della Corte Costituzionale. È iniziato il tempo della pacifica, allegra, gioiosa ma focosa rivoluzione rainbow. Dal basso, come ogni rivoluzione, ma dall’alto di chi è convinto di chiedere nulla più che semplici diritti.

Leggi   Egitto, sventolano bandiera LGBT al concerto: sette arresti
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...