HIV, il 75% degli under 20 ha idee confuse: al via una campagna di sensibilizzazione

di

Il 20% degli under 20 crede che il virus possa contagiare solo maschi gay o tossicodipendenti.

2388 1

Tante, troppe persone in Italia hanno ancora le idee confuse sull’Aids e l’HIV.

Un’indagine condotta da Nps Italia Onlus (associazione nata nel 2004 e fondata da persone Hiv+) ha rilevato dati sconcertanti circa la consapevolezza e la conoscenza di HIV e Aids in Italia: il risultato? Il 75% degli under 20 e il 50% degli adulti non disporrebbe di adeguati strumenti conoscitivi per evitare la trasmissione del virus.

Il 20% dei ragazzi sotto i vent’anni, addirittura, crede che l’infezione da Hiv sia una malattia che colpisce esclusivamente maschi gay e tossicodipendenti.

Nps Italia Onlus, grazie alla collaborazione con Fondazione The Bridge (che sviluppa, con sede a Milano, progetti d’intervento in ambito sociale e sanitario), sta per lanciare una campagna di sensibilizzazione sulle spiagge italiane: l’iniziativa si avvale anche del supporto di Guido Silvestri, celebre fumettista e creatore di Lupo Alberto, nonché protagonista negli anni ’90 di una campagna informativa sull’HIV sostenuta dall’allora Ministero della Sanità. Da fine settembre a fine ottobre, infine, uno School Tour in viaggio verso dieci istituti italiani parlerà di prevenzione e di malattie sessualmente trasmissibili.

Leggi   "Il chemsex fa parte della cultura gay": è polemica
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...