HIV, allarme in Europa: una persona su 7 non sa di essere infetta

di

L'OMS ha lanciato l'allarme: è un momento molto critico per l'epidemia in Europa.

hiv
CONDIVIDI
100 Condivisioni Facebook 100 Twitter Google WhatsApp
6607 2

HIV: diffusi i nuovi dati del Centro europeo di prevenzione e controllo delle malattie.

Secondo l’OMS una persona sieropositiva ogni 7 non sa di essere stata infettata. L’Organizzazione ha lanciato l’allarme: l’Europa sta vivendo una delle epidemie più gravi dagli anni 80.

Il numero di persone sieropositive è 854.157: solo nei primi 9 mesi del 2016 ci sono stati 74.962 nuovi casi. “L’Hiv e l’Aids sono un problema grave in Europa e questo è un dato molto inquietante“, commenta il commissario europeo alla Salute Vytenis Andriukaitis. “Coloro che non sanno di avere l’Hiv non potranno usufruire di quei trattamenti salva vita e continueranno a trasmettere il virus”.

Uno dei Paesi più colpiti è la Russia: quasi due terzi dei nuovi casi totali (64%) si concentra qui. In generale è infatti l’Europa dell’Est ad essere la zona più colpita, con l’80% di diagnosi. Ucraina, Biolorussia, Estonia, Moldavia, Lettonia e Georgia sono i paesi più segnati dal problema. “Nonostante gli sforzi importanti, l’Hiv suscita preoccupazione per la salute pubblica in Europa, soprattutto nell’Est“, afferma Zsuzsanna Jakab, direttrice regionale dell’Oms.

Altro problema le diagnosi tardive: nel 47% dei casi la scoperta arriva in media 4 anni dopo l’infezione. Il dato era già emerso dopo uno studio svolto in Inghilterra, dove in media 4 pazienti su 10 diagnosticati con HIV sono all’ultimo stadio di progressione della malattia, con il sistema immunitario ormai compromesso.

 

 

Leggi   Karl Schmid, inviato della ABC fa coming out: 'sono sieropositivo, basta tabù: non abbiate paura'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...