Hiv, il test da fare dopo 28 giorni: risultati in 20 minuti

di

Un istituto che si occupa di lotta all'Aids ha messo a punto un test affidabile anche dopo 4 settimane dal potenziale contagio. Ad effettuarlo sono i 35 ambulatori...

2122 0

Il Terrence Higgins Trust, un ente di beneficienza inglese nato per combattere l’epidemia dell’Aids e in prima linea nel tentativo di migliorare la salute sessuale dei cittadini, ha fatto sapere di avere sviluppato un test HIV che può essere utilizzato con efficacia anche quattro settimane dopo la potenziale infezione.

Come certamente saprete, i test attuali danno risultati affidabili solo se fatti dopo tre mesi dal momento in cui si ritiene di essere stati esposti all’infezione.

Le analisi del sangue, che richiedono una semplice puntura su un dito, saranno effettuate presso gli ambulatori "Fastest" (che  significa "più veloci", ma è anche un gioco di parole tra "fast" e "test") del THT e i risultati saranno disponibili in venti minuti.

In caso di responso positivo, lo staff avviserà il paziente che è meglio fare un altro test di verifica per confermare la diagnosi.

"Se siete preoccupati di essere stati esposti al contagio di HIV – ha dichiarato il Dr. Michael Brady, direttore sanitario del THT -,  aspettare tre mesi per eseguire un test accurato può essere angosciante. La tecnologia oggi ha fatto progressi, per questo siamo in grado di offrire un test affidabile da poter fare prima. Se pensate di essere a rischio o di appartenere ad un gruppo ad alto rischio di contagio, dovreste tenere in considerazione l’idea di sottoporvi al test. E’ veloce, confidenziale e potrebbe darvi serenità mentale".

Ci sono in tutto 35 ambulatori Fastest in tutta l’Inghilterra, di cui 17 solo a Londra. Chi avesse in programma un viaggio in Inghilterra e volesse approfittarne per usufruire di questa tecnologia trova tutti gli indirizzi utili sul sito della THT, oppure può chiamare (sempre dall’Inghilterra) il numero 0845 12 21 200.

Leggi   Un ristorante in cui tutto lo staff ha l'HIV: il progetto contro lo stigma
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...