Hotel gay sotto inchiesta in Uk: discriminano gli etero?

di

La vicenda nasce dal caso di una coppia gay cui i gestori cristiani di un b&b hanno rifiutato una stanza per via del loro orientamento sessuale. Adesso la...

1139 0

L’Equality and Human Rights Commission inglese ha iniziato un’indagine su un hotel riservato alla sola clientela gay perché l’esclusiva potrebbe rappresentare una violazione della legge sul rispetto dell’uguaglianza.
Di contro lo scorso mese una coppia proprietaria di un hotel in Cornovaglia è stata condannata a pagare 3.600 sterline ad una coppia gay a cui aveva rifiutato una stanza matrimoniale
E mentre la commissione ha dovuto risolvere casi di coppie gay discriminate in alcuni alberghi, non si è mai trovata a dover discutere di casi speculari, ovvero di etero discriminati in hotel gay. Ciò nonostante ha deciso di verificare se non ci siamo in effetti politiche discriminatorie.

I due proprietari gay dell’hotel hanno dichiarato al Daily Telegraph che essere costretti ad accettare clienti etero danneggerebbe i loro affari che si basano proprio sull’esclusività della clientela. Il dibattito adesso, è in corso tra gestori di hotel e strutture turistiche.
John Bellamy che gestisce l’hotel gay-only Hamilton Hall di Bournemounth, ha dichiarato che costringere gli hotel e i bar gay ad accettare clienti etero equivarrebbe ad uccidere la cultura gay.
Mark Hurst, gestore di una gesthouse gay-only, ha rincarato la dose speigando che i suoi clienti si sentono molto più a proprio agio sapendo di trovarsi in una struttura riservata ai gay

La commissione, dal canto suo ha dichiarato: "Un problema di discriminazione che riguarda le regole die bed&breakfast ‘cristiani’ è stato portato direttamente alla nostra attenzione e dato che stiamo testando l’efficacia della legge in questo settore, c’è la necessità di stabilire un ‘equilibrio obiettivo’. Stiamo considerando la questione delle strutture gay-only e della potenziale discriminazione ai danni di clienti eterosessuali che si potrebbero verificare".
La questione nasce dal caso di una coppia gay, Martin Hall e Stephen Preddy, uniti da civil partnership e rifiutati per via del loro orientamento sessuale dalla coppia etero cristiana che gestisce un hotel.

Leggi   Milano, scritte omofobe e vandalismi su locale gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...