I deputati gay chiedono l’assistenza sanitaria per i compagni

di

I neodeputati gay del Partito Democratico Scalfarotto e Lo Giudice hanno chiesto agli uffici della Camera di estendere l'assistenza sanitaria ai compagni. A Paola Concia la richiesta fu...

3486 0
Sergio Lo Giudice (a destra) col marito

Sergio Lo Giudice (a destra) col marito

Ivan Scalfarotto ha chiesto agli uffici della Camera che il compagno possa usufruire dell’assistenza sanitaria così come previsto per i coniugi dei parlamentari. Lo ha riferito lo stesso neodeputato del Pd su Twitter. “Registrazione alla Camera. Ho appena chiesto di inserire Federico nella mia assistenza sanitaria. Panico in sala”, ha scritto. Stessa mossa da parte del deputato Sergio Lo Giudice, anche lui democratico, che però ha annunciato di voler rivendicare che nel suo caso il compagno è in realtà il marito, essendo la coppia sposata a Oslo: “Anch’io ho chiesto di inserire Michele: come conviventi a novembre scatteranno 3anni, ma io rivendico che noi siamo sposati”, ha scritto l’ex presidente di Arcigay.

Non è la prima volta che un parlamentare dichiaratamente gay fa domanda per l’estensione dei benefit. Nella scorsa legislatura fu Anna Paola Concia a richiederlo, ma la pratica fu respinta. “Non ti rispondono subito”, ha immediatamente replicato a Scalfarotto, sempre via Twitter, l’ex deputata. “A me hanno hanno negato di fare ricorso”, ha raccontato ancora.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...