I DS PUNTANO SUL PACS

di

Manifesti in tutta Italia sulla tutela delle coppie gay, lesbiche e etero non sposate è stata presentata al Gay Day della festa dell'Unità. All'assemblea CODS rieletto Benedino.

533 0

GENOVA – I DS si impegnano per il PaCS sui muri di tutte le città italiane. E’ stata infatti presentata durante il Gay Day che si è svolto domenica 12 settembre alla Festa Nazionale dell’Unità di Genova, la nuova campagna nazionale dei DS a sostegno del PACS che partirà nelle prossime settimane attraverso un’affissione di manifesti in tutta Italia.

Il Gay Day della Festa dell’Unità di Genova ha ospitato anche la Assemblea Nazionale del Coordinamento Omosessuali dei Democratici di Sinistra (CODS) alla presenza di Marina Sereni e di Gianni Cuperlo, rappresentanti della segreteria nazionale dei DS. L’assemblea è stata aperta da una relazione del portavoce nazionale Andrea Benedino che ha chiesto in modo forte ai DS di farsi carico dell’inserimento all’interno del programma del centrosinistra delle istanze del movimento gay-lesbico italiano, a partire dalla proposta di legge sul Patto Civile di Solidarietà (PACS) di cui i DS hanno richiesto di recente la calendarizzazione alla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati.

Questa esigenza è stata condivisa nel suo intervento da parte di Marina Sereni che si è impegnata a tal fine a nome della segreteria nazionale dei DS. «Abbiamo bisogno – ha affermato la Sereni nel suo intervento – che i diritti civili assumano una centralità nella proposta programmatica del centrosinistra alla pari di quanto è avvenuto nella Spagna di Zapatero».

D’altra parte, pochi giorni fa lo stesso segretario del partito, Piero Fassino, durante un incontro avuto con i dirigenti del CODS e di Arcigay, aveva affermato a chiare lettere che il sostegno alla legge sul PaCS deve essere una priorità nel programma, e che i DS sono pronti a farne uno dei punti di confronto con gli alleati della coalizione ulivista.

Grazie a questa ritrovata unità del maggior partito del centrosinistra sul tema delle unioni civili, è stato possibile annunciare la realizzazione di una campagna nazionale di affissioni a favore del PaCS: a partire dalle prossime settimane, sui muri di tutta Italia compariranno coppie gay, lesbiche e etero, che “condividono casa e sentimenti” e che “vorrebbero condividere anche i diritti”. «Si tratta di una campagna che posiziona i DS in modo chiaro ed esplicito sul tema dei diritti» ha detto Gianni Cuperlo, che ha presentato la campagna.

L’assemblea nazionale del CoDS si è conclusa con la rielezione di Benedino come portavoce nazionale per il prossimo biennio; Andrea Benedino, 29 anni, attualmente assessore all’istruzione al Comune di Ivrea e recentemente candidato alle elezioni europee nella Lista Uniti nell’Ulivo nella Circoscrizione Nord Ovest, sarà affiancato dal nuovo Direttivo Nazionale del CODS che è composto da Alessandro Zan, Paolo Gerra, Davide Blanc, Enrico Pizza, Ennio Trinelli, Francesco Rocchetti, Edoardo Del Vecchio, Nunzio Liso, Agata Ruscica, Riccardo Gottardi, Marco Marchetti, Stefano Bucaioni, Veniero Fusco, Marco Volante, Paola Concia e Celeste Buratti. Invitati permanenti sono stati indicati Franco Grillini, parlamentare DS e Vanni Piccolo, presidente dell’assemblea nazionale del CODS. L’assemblea ha salutato con un applauso l’adesione al Cods di Marco Volante che diventa il portavoce dei gay DS milanesi.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...