I gay chiedono cambiamenti a Blair

di

In mezzo alle celebrazioni per la vittoria schiacciante dei Labour, i gay chiedono cambiamenti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
742 0

I Labour inglesi hanno preso 411 seggi in Parlamento. I conservatori ne hanno ottenuti 159, e i Liberaql Democratici 46. Ma la seconda maggiranza di Blair arriva con il minor afflusso alle urne del 1918.

Le organizzazioni per i diritti dei gay sono state deluse dal fatto che il governo di Blair ha fallito nell’abolizione della section 28 e ha ignorate le unioni gay nel suo programma.

Nella scorsa legislatura, il governo laburista ha fallito nel far revocare la Section 28, ma in realtà ha abbassato l’età del consenso a 16 anni e ha abolito il divieto per gay e lesbiche di servire nell’esercito. Anche le regole di immigrazine sono state cambiate in modo che i partner gay hanno lo stesso diritto di accesso delle coppie omosessuali.

Ma le organizzazioni per i diritti dei gay credono che i laburisti avrebbero potuto fare di più e chiedono dei cambiamenti nella prossima legislatura del primo ministro Tony Blair. "Il Labour ha la disposizione giusta, ma c’è ancora un sacco da fare per ripulire la visione dei laburisti e far emergere i cambiamenti di cui c’è bisogno" ha detto Angela Mason, direttrice di Stonewall.

di Gay.com UK

Leggi   "Gay per colpa di un antidolorifico", l'assurda denuncia dal Regno Unito
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...