I gay delle grandi città a rischio suicidio

di

Il 12% degli uomini gay e bisessuali che vivono nelle grandi citta' ha tentato il suicidio, e il 21% ci ha pensato. Lo rivela una ricerca dell'universita' della...

NEW YORK – Il 12% degli uomini gay e bisessuali che vivono nelle grandi citta’ ha tentato il suicidio. Una percentuale tre volte superiore rispetto a quella degli eterosessuali. E il 21% ha, almeno una volta, progettato di togliersi la vita. Lo rivela una ricerca dell’universita’ della California di San Francisco, condotta su un campione di quasi 3mila gay e bisex, e pubblicata sull’American Journal of Public Health. I piu’ a rischio sono gli adolescenti e i giovani "a causa della stigmatizzazione della societa’ e delle molestie di cui spesso sono vittime", spiega Jay Paul, autore dello studio. "Se, infatti – prosegue Paul – raggiungere presto la consapevolezza della propria sessualita’ puo’ essere positivo per la crescita personale, esiste pero’ un rischio maggiore di essere discriminato in un periodo delicato come l’adolescenza. Spesso gia’ prima dei 17 anni", rivelano gli scienziati.

Leggi   Fa coming out con il fratellino di 5 anni: la reazione è super
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...