I rugbisti si spogliano contro l’Aids

di

Su riviste gay o nelle campagne di grandi associazioni, alcuni giocatori di rugby anglosassoni hanno scelto di spogliarsi per attirare l'attenzione sui temi della lotta all'HIV: "Onorati di...

4789 0

Il mondo del rugby anglosassone è sempre più gay-friendly. Dopo l’australiano David Pococko che ha dichiarato che non si sposerà finché non potranno farlo anche i gay, è il turno di altri suoi colleghi che hanno deciso di impegnarsi a favore della lotta all’Aids. Come il professionista Sacha Harding che ha posato nudo per la copertina del numero di Gay Times redatto in collaborazione con la fondazione di Elton John impegnata proprio nella lotta all’HIV. Harding fa parte della carrellata di 45 uomini messi a nudo nel tradizionale "Naked Issue" della rivista.
"L’Aids è una malattia tanto devastante, per talmente tante persone in tutto il mondo – ha dichiarato il giocatore dei Bedford Blues – e io sono onorato di poter aiutare ad elevare il livello di consapevolezza in merito".
"So che riceverò qualche battuta dai ragazzi del Bedford – dice – ma è solo ironia e la campagna lancia un messaggio molto importante che deve essere promosso".
La moglie di Sacha ha fatto sapere di essere felice che suo marito abbia posato per una rivista gay.

Hanno aderito agli appelli contro l’Aids anche i giocatori degli Harlequins Karl Dickson, Sam Smith e Seb Stegmann che si sono fatti fotografare negli spogliatoi con indosso degli slip rossi, il colore della lotta all’Aids, nell’ambito della campagna "Stand Up, Stand Out" lanciata dalla Terrence Higgins Trust, la principale organizzazione che si occupa di Aids nel Regno Unito.
I tre si sono uniti ad altri personaggi noti in Inghilterra che hanno aderito alla campagna.
Il mediano Karl Dickson ha dichiarato: "Sempre più persone ogni anno risultano positive al test dell’HIV e noi non facciamo alto che placcare la malattia se iniziamo a parlare di più di sesso sicuro. Indossate tutti i vostri boxer rossi per questa Giornata Mondiale contro l’Aids e supportate le associazioni che se ne occupano in modo che possano fare sempre di più per più persone".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...