Il bullismo sbarca su internet: più colpiti i giovani gay

di

Secondo uno studio dell'associazione Codici, si abbassa l'età degli autori di atti di bullismo e si fa avanti una forma di "bullismo al femminile". Le vittime preferite? I...

669 0

Il bullismo è un fenomeno in crescita, le istituzioni trovino le risposte adeguate. La richiesta arriva dall’associazione Codici, un’organizzazione che si occupa dei diritti dei cittadini, sulla scorta di alcuni dati che mostrano come gli episodi di violenza siano in aumento e si stia riducendo l’età di chi li commette.

 

I cosiddetti bulli, infatti, sono sempre più giovani, con un’età inferiore ai 14 anni, età sotto la quale non si può essere processati, ed è in forte crescita il fenomeno del "bullismo al femminile". Secondo i dati di Codici, il 37% dei soprusi avviene nei confronti di chi viene considerato diverso e, in particolare, vengono presi di mira i ragazzi di orientamento omosessuali o presunto tale.

Inoltre, sempre secondo dati documentati da Codici, la nuova frontiera del bullismo è il cyber spazio: e-mail, video, chat  violente colpiscono il 7,3% degli adolescenti e si dichiara cyberbullo il 16% degli adolescenti. Per Codici "è evidente la necessità di risposte concrete che vadano ad affrontare il problema su diversi fronti: dai rapporti familiari alla scuola fino all’urbanistica con la creazione di spazi adatti alla socialità dei giovani".

La foto tratta dal film "Nient’altro che noi", primo film sul bullismo prodotto in Italia.

Leggi   Dopo la Pride reaction c'è chi chiede la Cross reaction contro i diritti LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...