Il cinema gay approda in laguna

di

Si conclude a Venezia e Mestre la rassegna di cinema omosessuale iniziata a Milano, con 13 lungometraggi, 5 corti e 4 documentari da non perdere.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Si conclude a Venezia dall’11 al 14 giugno, e poi a Mestre dal 18 al 21, il circuito dei festival italiani di cinema a tematica omosessuale iniziato a metà aprile a Torino e proseguito a fine maggio a Milano. 13 lungometraggi, 5 corti, 4 documentari per un totale di 22 opere, 8 giornate di proiezioni e 2 sale. Questi i numeri della prima edizione del "Pride Film Festival", organizzato da CinemArte con la collaborazione dell’Ufficio Attività Cinematografiche del Comune di Venezia e del Dopolavoro Ferroviario di Venezia.

Nel programma, gli inediti: "Swan Lake" di Matthew Bourne, versione gay de "Il lago dei cigni", e il documentario francese "L’omosessualità in natura"; gli ‘invisibili’ "Les terres froides" (presentato alla 56ª Mostra di Venezia), il documentario sul World Gay Pride "Roma A.D. 000" di Paolo Pisanelli, i cortometraggi del norvegese Frank Mosvold "Waves", "Sloth", "A Kiss in the Snow".

Grazie alla collaborazione con Mikado verrà inoltre presentato in Anteprima il film "Drôle de Félix" di Olivier Ducastel e Jacques Martineau, opera vincitrice del Teddy Award al Festival di Berlino 2000 che racconta del viaggio di Félix, omosessuale, sieropositivo e disoccupato, verso Marsiglia per incontrare il padre che non ha mai conosciuto. Le proiezioni si svolgeranno a Venezia dall’11 al 14 alla videoteca Pasinetti, e a Mestre dal 18 al 21 al cinema Dante.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...