IL DOLORE E LA BEFFA

di

Attentati di New York: il governo non riconosce risarcimenti ai gay che hanno perduto il loro partner. I privati, invece, si.

1005 0

Wesley Mercer, 26 anni, agente di sicurezza per la Morgan Stanley, è una delle vittime gay dell’attacco terroristico dell’11 settembre al World Trade Center. Il suo partner, Bill Randolph, deve ora fare i conti, oltre che con il dolore della perdita, anche con la legge americana che considera Wesley e Bill due estranei.

Diversamente da altri partner superstiti, Bill Randolph non è eleggibile per la pensione, il social security, e altri fondi speciali istituiti per le vittime dell’attentato terroristico.

"Se sei etero e hai una licenza di matrimonio, non c’è problema. Noi stiamo lottando con le unghie solo per essere riconosciuti."

Alcune agenzie private, tra cui la Croce Rossa, hanno dato assistenza in base alla necessità e non allo stato civile. Inoltre alcune compagnie che avevano la sede al WTC, tra cui Cantor Fitzgerald e Lehman Brothers, hanno esteso i benefici ai partner dello stesso stesso. Ma la maggior parte dei benefici governativi sono limitati agli sposi e ai figli delle vittime.

Mentre ad esempio la sposa o lo sposo di un vigile del fuoco o di un ufficiale di polizia riceverà una pensione a vita non tassabile uguale al salario dell’ultimo anno della vittima, il domestic partner gay potrà solo ricevere un pagamento una tantum, basato sul salario della vittima, di circa 50 mila dollari.

"In base alla legge attuale, i partner delle vittime lesbiche e gay non sono eleggibili per la rete di sicurezza sociale" commenta Jennifer Middleton, un avvocato per la Lambda Legal Defense and Education Fund, un gruppo di difesa dei diritti gay che sta lavorando qui a New York su questo problema insieme ad altre organizzazioni simili.

"La Morgan Stanley, la scorsa settimana, mi ha dato un assegno di 10 mila dollari, per i miei bisogni immediati" dice Randolph. "Il governo non è altrettanto comprensivo".

Ufficiali del governo hanno preso atto della disparità. Il Governatore dello Stato di New York, George E. Pataki, ha recentemente firmato un ordine esecutivo per estendere ai partner gay il Crime Victims Board dello stato, che paga i costi dei funerali e fino a 30 mila dollari per la perdita di una entrata. Resta tuttavia non chiaro se altre estensioni e benefici verrano riconosciuti in futuro.

di Gabriele Zamparini

Leggi   Alabama, oggi l'elezione che potrebbe incoronare un altro repubblicano antigay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...