Il Guatemala dice “no” al matrimonio gay: “Siamo per la vita”

di

Il presidente del Guatemala, alla vigilia dell'Assemblea dell'Organizzazione degli Stati Americani, ha annunciato che il suo paese non accetterà di istituire i matrimoni gay né di legalizzare l'aborto

2448 0
Otto Pérez Molina, presidente del Guatemala

Otto Pérez Molina, presidente del Guatemala

Il Guatemala è contrario alle unioni gay e all’aborto. Ad annunciarlo, a poche ore dall’inizio della General Assembly of the Organization of American States è stato il presidente del paese sudamericano Otto Pérez Molina. I due temi saranno entrambi discussi durante l’assemblea generale che inizia in queste ore ad Antigua.

Molina ha precisato che il suo paese è “per la vita” e che si opporrà al trattato dall’Organizzazione, quali l’aborto e il matrimonio egualitario.

“Il rifiuto da parte del Guatemala dell’aborto e del matrimonio gay sarà chiaro” ha dichiarato Molina al quotidiano La Hora, sottolineando come il trattato non è vincolante e non prevede leggi di ratifica dai singoli stati.

Le dichiarazioni del presidente arrivano il giorno dopo le proteste dei gruppi cattolici ed evangelici, guidati rispettivamente dalla Conferenza Episcopale del Guatemala e dall’Alleanza Evangelica, che si sono fortemente opposti sia all’estensione del matrimonio alle coppie gay che all’aborto, entrambi argomenti inclusi nel trattato che l’assemblea generale si appresta a discutere.

Leggi   Egitto, in carcere 14 persone condannate per omosessualità
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...