Il Minnesota approva i matrimoni gay

di

Lo Stato americano è il 12esimo a legalizzare le nozze gay e il terzo in poche settimane. Non passa l'emendamento che prevedeva l'obiezione di coscienza religiosa ai celebranti.

1960 0

Il Senato del Minnesota ha a favore della legge per l’eguaglianza nel matrimonio, diventando così il 12esimo Stato americano a prendere questa decisione. Il Governatore Mark Dayton ha promesso di firmare la legge. La legge entrerà in vigore il primo agosto.

Il Senato ha rifiutato due emendamenti proposti dai repubblicani. Il primo di questi, nel caso fosse passato, avrebbe esteso le esenzioni a persone con obiezioni religiose al matrimonio egualitario, ma usava anche il termine generico “qualsiasi matrimonio”. I sostenitori del matrimonio gay hanno obiettato che l’emendamento avrebbe avuto l’effetto di legalizzare la discriminazione nei riguardi di coppie gay. L’emendamento è stato bocciato con 41 no e 26 sì.

Il secondo emendamento cercava di regolamentare linguaggio di genere neutro (sposi, genitore) per le coppie dello stesso sesso, mentre i termini specifici come madre, padre, marito e moglie sarebbero rimasti a disposizione di coppie eterosessuali. La votazione dell’emendamento ha visto 31 voti a favore e 36 contrari.

La Camera bassa aveva approvato, giovedì scorso, la legge per il matrimonio egualitario con 75 sì e 59 no.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...