Il mondo segreto degli ebrei ortodossi gay

di

Un documentario presentato in America raccoglie le coraggiose testimonianze di tanti omosessuali costretti a nascondersi nella propria comunità.

1012 0

Il mondo segreto dei gay hasidici e ebrei ortodossi viene illustrato in America dal documentario, accolto da polemiche, "Tremando davanti a Dio". Il regista newyorkese Sani Simcha DuBowski ha impiegato cinque anni per realizzare il documentario, girato in Inghilterra, Israele e Stati Uniti.

Di molte delle persone che appaiono nel documentario vengono mostrate solo le silhouette, mentre le loro voci sono camuffate per non rivelare la loro identità. I realizzatori hanno detto che coloro che hanno scelto di partecipare sono stati molto coraggiosi a parlare: «Parecchie persone sono sposate e i loro mariti e mogli non sanno nemmeno che sono gay o lesbiche, e non immaginano che appaiano in un film. Perciò, le persone appaiono nascoste, a causa dell’enorme rischio che affrontano nelle loro comunità per aver dichiarato la loro omosessualità» ha detto DuBowski alla BBC.

Gli ebrei ortodossi che si dichiarano sono spesso respinti dalle loro famiglie di origine e espulsi dalle sinagoghe. Alcuni sono addirittura costretti a seguire una terapia di conversione allo scopo di "curarli" dal loro peccato.

«Ci sono stati attacchi al film, e ciò dimostra che c’è la convinzione che l’omosessualità sia una malattia mentale e che tutti possono essere curati» ha spiegato DuBowski alla BBC.

DuBowski spera che il film possa in qualche modo aiutare gli ebrei ortodossi gay a uscire dal loro isolamento.

«C’è un’enorme quantità di dolore e sofferenze tra i gay e le lesbiche ortodossi e le loro famiglie e rabbini e comunità, e io spero davvero che questo film possa alleviare questo dolore, e insegnarci a creare spazi che evitino alla gente di implodere dentro di sé».

di Gay.com UK

Leggi   Torino, omofobia in una panineria: "Questo è da campo di concentramento"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...