IL TOSCANA PRIDE IN TOUR

di

Cinque date per presentare il programma e le opportunità turistiche in tutta l'Italia: questa è l'iniziativa ideata in vista della manifestazione finale di Grosseto del 19 giugno.

GROSSETO – Per la prima volta nella sua storia, Grosseto ospiterà la manifestazione conclusiva del Gay Pride nazionale, edizione 2004, prevista per il 19 giugno. Dal punto organizzativo tutto prosegue secondo i programmi e da recenti stime – calcolate al ribasso per ovvie ragioni di prudenza – i 15 giorni del Pride porteranno in Toscana non meno di 100 mila persone e un giro di affari stimato in 40 milioni di euro. A Grosseto sono attese 30 mila persone, che riempiranno le vie e le piazze dei colori arcobaleno, simbolo dei gay a livello internazionale.
La presentazione del programma, dopo essere avvenuta in due conferenze stampa distinte (Firenze, 3 aprile; Grosseto, 3 maggio), prosegue in un vero e proprio tour itinerante che porterà gli organizzatori del Pride a toccare cinque tra le principali città italiane, abbinando al momento ricreativo (l’organizzazione di una festa a scopo di raccolta fondi), una conferenza di presentazione alla stampa, dove contestualmente al programma, saranno illustrate opportunità, servizi ed attrazioni turistiche di Grosseto e della Maremma.
Questo è in dettaglio il programma delle tappe:
Domenica 23/05 – Cassero (Bologna)
Sabato 29/05 – Gloss (Roma)
Domenica 30/05 – Etno Nedo Fest (Follonica, GR)
Venerdi 04/06 – Muccassassina (Roma)
Sabato 05/06 – Pride di Milano
Sabato 12/06 – Mama Mia (Torre del Lago, Lucca).
In ognuna di queste tappe gli organizzatori del Gay Pride forniranno informazioni sul territorio maremmano e sull’offerta turistica, distribuiranno materiale promozionale e spiegheranno in dettaglio il calendario degli eventi che si terranno nella settimana del Pride.
Regina Satariano, presidente del Comitato “Toscana Pride 2004″, ha invitato tutti gli operatori delle categorie economiche locali che siano interessati, a partecipare al Tour promozionale del Pride nelle città italiane che abbiamo scelto come meta della nostra campagna di informazione pubblica.
«Il Gay Pride nazionale – spiega Regina – sarà un evento importante non solo per rivendicare pari dignità e diritti civili, ma anche per scoprire il fascino della Maremma, una terra che – una volta conosciuta – non si può fare a meno di considerare meta turistica da privilegiare. Il Pride è, infatti, un evento in cui l’azione politica non è distinta dal perseguimento di obiettivi ludici e ricreativi e, in questo caso, costituisce un importante volano per il turismo sull’intero territorio regionale».
«Al nostro fianco, con la competenza e la professionalità che li distingue, gli operatori locali potranno spiegare al pubblico di queste città quali sono le attrazioni turistiche della Maremma, o i servizi, o le principali caratteristiche dell’offerta commerciale e ricettiva e dare utili suggerimenti a tutti coloro che poi, in giugno, raggiungeranno Grosseto e la Maremma da tutte le parti del nostro Paese. Gli operatori potranno inoltre, se lo desiderano, illustrare loro prodotti o servizi che facilitano o rendano più gradevole la permanenza di tante persone in Maremma».
Gli operatori economici interessati a prendere parte al Tour promozionale del Pride in una o più delle città indicate nel programma, possono prendere contatto con il sig. Sergio (telefono: 0564/497287, cellulare 338/6119228, e-mail segreteria@toscanapride.it) del Comitato organizzativo “Toscana Pride 2004″, entro il 30/05/2004
Discuti del Toscana Pride nel forum: clicca qui

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...