Il Vermont è il quarto stato Usa ad approvare le nozze gay

di

Jim Douglas ha posto il suo veto sulla norma che equipara le unioni gay alle nozze etero. Ma sia il Senato che la Camera hanno votato ampiamente a...

766 0

Come aveva promesso, il governatore del Vermont Jim Douglas ha posto il suo veto sulla legge che avrebbe legalizzato i matrimoni tra persone dello stesso sesso nello Stato da lui guidato.

Ha rilasciato una dichiarazione in cui si legge: «Con un tema così profondamente soggettivo, tutti i membri eletti devono comportarsi come la propria coscienza gli suggerisce, facendo al meglio l’interesse del distretto.

 

E’ per queste ragioni che non ho incontrato coloro, del mio partito, che appertengono a lobby, né ho chiesto a chi si oppone alla legge di sostenere il mio veto. Questa normativa non affronta le ineguaglianze esposte dai promotori. A prescindere da come il termine ‘matrimonio’ venga applicato, i benefici federali in Vermont saranno ancora negati alle coppie dello stesso sesso».

La parola definitiva, però, è spettata al voto della Camera e del Senato che, secondo le leggi locali, potevano decidere di annullare il veto di Douglas esprimendo i due terzi di voti per l’approvazione del provvedimento. E se mentre sul voto favorevole del Senato fin da subito c’erano pochi dubbi, le maggiori perplessità erano state espresse, invece, per quanto riguardava la Camera. La buona notizia è arrivata qualche ora fa quando si è saputo che entrambi rami del parlamento hanno deciso di superare il veto del governatore. 

Con 23 voti a favore e 5 contrari al Senato e 100 pro e 49 contro alla Camera, il Vermont è ufficialmente il quarto stato degli Usa a consentire le nozze omosessuali sotto la propria giurisdizione. Prima del Vermont hanno legalizzato il matrimonio gay il Massachusetts, il Connecticut e l’Iowa.

Leggi   Prenotano le vacanze, "Non si accettano gay e animali": la denuncia di Arcigay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...