Imbrattata la facciata del Circolo Mario Mieli

di

Per la seconda volta, un gruppo di teste rasate sfregia con scritte omofobe il murales, opera dell'artista Borondo, che campeggia sulla facciata della sede: "Se pensano di intimidirci,...

2323 0

Il Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli ha denunciato oggi "l’ennesimo attacco vandalico di natura omofobica" contro la propria sede. I fatti risalgono, si legge in una nota diffusa dall’associazione romana, alla notte del 12 ottobre scorso, quando "un gruppo di 4 ragazzi dalle teste rasate, notati anche da alcuni testimoni, hanno lanciato sacchetti di calce o gesso liquidi contro la facciata esterna del Circolo, che solo da pochi mesi ospita il murales dell’artista Borondo. Già il 31 agosto l’opera aveva subito un analogo attacco e il ripetersi degli episodi appare un segnale di un clima di preoccupante intolleranza".

"Se gli autori dell’attacco intendevano intimidirci hanno sbagliato metodi e obiettivo – continua la nota -. Il Circolo Mario Mieli nel corso degli anni ha subito atti vandalici, telefonate e lettere minatorie, attacchi e assalti di singoli e gruppi che a turno hanno tentato di intimidire e spaventare, attraverso le vessazioni all’associazione, una intera comunità che diventa di giorno in giorno più visibile e coraggiosa e che, proprio per questo, non cede al ricatto di chi la vorrebbe invisibile e dimessa".

Leggi   Profughi gay ad Asti, sui social network scatta l'onda d'odio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...