Imma Battaglia entra in Campidoglio: è la prima omosessuale dichiarata

di

La presidente di Di'Gay Project, prima dei non eletti, subentra ad Andrea Alzetta, dichiarato incandidabile per una condanna del 1996. Per Roma, è la prima consigliera comunale dichiaratamente...

4903 0

Imma Battaglia, presidente di Di’Gay Project e candidata nelle liste di Sel alle scorse comunali di Roma, entra in consiglio comunale grazie ad un ripescaggio. L’attivista romana diventa cos’ la prima consigliera dichiaratamente omosessuale ad entrare in Campidoglio .L’ufficio elettorale centrale, ha fatto sapere che Andrea Alzetta, noto a Roma come Tarzan, resta fuori dal consiglio comunale della Capitale per “accertata incandidabilità”. A far escludere Tarzan da sala Giulio Cesare è una condanna a due anni che risale al 1996. Alzetta, da sempre vicino alla sinistra antagonista romana e in special mondo al movimento di lotta per la casa, ha annunciato ricorso forte del fatto che era già stato eletto alle scorse elezioni comunali pur avendo la stessa condanna all’attivo. La norma a cui fa riferimento l’ufficio elettorale, però, è il testo unico sull’incandidabilità entrato in vigore lo scorso gennaio.

Dal canto suo Imma Battaglia fa sapere con una nota di essere sdegnata e rammaricata. “Quando ci si schiera dalla parte dei più deboli, quando si conducono battaglie per i diritti, può accadere di infrangere le regole – dichiara Battaglia -. Ma si tratta di imprese in nome della giustizia. Non possono certo addurre la stessa motivazione altre figure politiche colpevoli di reati ben più gravi, che tuttavia continuano a ricoprire alte cariche istituzionali. Mi impegnerò affinché Andrea Alzetta possa occupare il posto che merita in Consiglio comunale: non posso gioire all’idea di una nomina che inizia sotto questi auspici”.

Leggi   Todi, assessora del Popolo della Famiglia contro i libri per bambini che parlano di omosessualità
Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...