In arrivo il PaCS brasiliano

di

Mercoledì 9 maggio dovrebbe essere finalmente votato alla Camera brasiliana un provvedimento che riconosce le unioni tra persone dello stesso sesso.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il giorno 9 prossimo sarà votato nel Congresso Brasiliano il PCR, che potrebbe essere chiamata una versione brasiliana del PACS. Il progetto di legge è stato proposto nel 1995 dall’allora Dep. Marta Suplicy, attualmente sindaco della città di San Paolo.

Questo progetto è gia stato messo in votazione per ben 3 volte e rinviato grazie a manovre dei deputati dei Gruppi Cattolici, Evangelici e Pentecostali. Anche questa volta, la pressione che questi gruppi stanno facendo è enorme, ma la legge ha un buon appoggio della stampa, del Presidente del Congresso, di buona parte della sinistra e della destra.

Probabilmente, grazie a una serie di circostanze, sopratutto interne al Congresso, il Brasile ha oggi una forte chance di fare passare per la prima volta una legge federale di tutela dei diritti degli omossessuali nel Sud America.

È stato creato un sito web con versione inglese e spagnolo per concentrare non solo gli appoggi ma anche delle strategie da adottare all’indirizzo http://www.gaylawyers.rg3.net/. Una lettera da sottofirmare (in portoghese) nel click PARTECIPE AQUI verrà spedita a tutti Dep. del Congresso.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...