In Australia non si può? Il ministro si sposa in Spagna

di

Ian Hunter, repsonsabile delle Politiche Sociali nel governo dell'Australia del Sud ha sposato il suo compagno in Andalusia: "Non potevamo più aspettare".

2660 0

Ian Hunter, ministro per le Politiche Sociali dell’Australia del Sud ha sposato il suo compagno di lunga data in Andalusia, Spagna, due mesi dopo che il parlamento del suo stato ha bocciato la legge che avrebbe riconosciuto il matrimonio gay.

Il ministro si è detto dispiaciuto del fatto che le sue nozze con l’artista Leith Sommers non saranno riconosciute in alcun modo dal suo Paese, ma ha aggiunto che non volevano più aspettare che lo stato che amministra approvasse una norma che rendesse legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

"Senza dubbio,  è inevitabile che accada anche in Australia – ha dichiarato Hunter – ma stiamo parlando di aspettare altri sei o sette anni e io e il mio compagno non volevamo aspettare così a lungo.I due si sono sposati mercoledì scorso in una galleria d’arte nella città di Jun, nel sude della Spagna.

A celebrare le nozze c’era il sindaco della cittadina, José Antonio Rodriguez che ha unito la coppia davanti ad una dozzina tra parenti e amici. Tutti, poi, hanno contato a voce alta per assicurarsi che, come vuole la tradizione locale, il bacio tra gli sposi durasse 17 secondi.

Hunter, che è diventato ministro con il Partito Laburista lo scorso anno, per anni ha combattuto per l’affermazione dei diritti delle persone lgbt nel suo Paese.

Leggi   Australia, è ufficiale: stravincono i sì al matrimonio egualitario
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...