In edicola Babilonia di dicembre

di

Prezzo di copertina più basso e qualità più alta. Questo mese su Babilonia: intervista a Livia Turco, "Miss Rettore" in copertina, una corrispondenza dalla Spagna e tanto altro.

659 0

In lotta con i 51 “dissidenti” dell’Unione sull’innalzamento del possesso di sostanze stupefacenti, il ministro della Salute Livia Turco, intervistata sull’ultimo numero di Babilonia, dichiara: «La legge Fini sugli stupefacenti non è superata. È sbagliata. La sua riforma è uno dei punti forti del Programma dell’Unione e la faremo molto presto». Sulla lotta all’AIDS ha parole dure verso chi ha dimenticato questa terribile malattia: «Anche in Italia c’è molto da fare. Perché negli ultimi anni, sia per i successi ottenuti nelle terapie che hanno affievolito la tensione sociale attorno al problema, sia per la conseguente diminuzione di attenzione dei media, siamo dinanzi a un pericolo che è quello della dimenticanza o della sottovalutazione dei rischi di contrarre il virus. Soprattutto tra i giovani gli eterosessuali che appaiono meno informati o inconsapevoli dell’esistenza stessa di questa malattia e conseguentemente non adottano le precauzioni necessarie». A che punto è la ricerca della professoressa Ensoli? «Stiamo entrando nella fase 2 della sperimentazione – dichiara a Babilonia – quella utile a verificare l’efficacia del vaccino. Ho chiesto alla Ensoli di assumere un ruolo importante nella neo Commissione Aids». Sui contatti tra il ministero della Salute e le organizzazioni omosessuali, Livia Turco è categorica: «nella nuova Consulta l’Arcigay ne farà parte a pieno titolo»
A Mario Cirrito che la intervista, risponde sui diritti alle coppie di fatto, procreazione assistita, una auspicata campagna pubblica contro le violenze omofobiche: «La democrazia di un Paese si può valutare anche dalle sue leggi sui diritti civili che sono termometro di civiltà, di capacità di accoglienza», spiega la Turco.
Sullo stesso numero di dicembre una notevole Miss Rettore che “ruba” anche la copertina. E poi: lost & found dal mondo, la musica delle Blog 27, Take That e del bellissimo Paolo Nutini.
L’agenda del mese è dedicata a Bologna, con un tour dei locali trendy e il solito sguardo a quello che accade in Europa sconfinando nel celebre White Party di Miami.
Intanto il tabloid si arricchisce di nuove corrispondenze. Leonardo Vilei ci informerà ogni mese su quello che succede in Spagna, mentre Giuliano Federico, ottima firma di Gay.Tv ci svelerà quasi mensilmente i segreti della comunicazione GLBT.
Da segnalare nella sezione Tabloid una importante intervista di Christian Poccia allo scrittore egiziano Ala Al Alaswany, autore del best seller “Palazzo Yacoubian”.
Sempre più patinato e rinnovato, Babilonia continua ad avere un occhio di riguardo verso la comunità lesbica e pare proprio che la cosa piace molto anche ad altre pubblicazioni.
Babilonia, da questo mese, sarà il primo mensile che anticiperà l’uscita in edicola rispetto anche ai mensili generalisti. Si presneterà ai nostri lettori, puntuali, ogni 20 del mese e con sorprese sempre più accattivanti. Più basso il prezzo di copertina.
Clicca qui per visitare il sito di Babilonia.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...