In Israele è il giorno del Gay Pride

di

In migliaia al Pride di Tel Aviv, per la fine delle discriminazione e il riconoscimento giuridico delle coppie gay.

775 0

TEL AVIV – I Gay Pride stanno diventando un appuntamento fisso annuale in un numero sempre crescente di nazioni. Oggi è stato il giorno della manifestazione in Israele, con un’affluenza di decine di migliaia di persone e interventi di esponenti di molti partiti politici nonché del sindaco della città Ron Muldai, la cui municipalità ha collaborato attivamente con le associazioni organizzatrici per la preparazione dell’evento. Mike Hamel, uno degli organizzatori, ha ringraziato le autorità per il loro supporto ed ha spiegato ancora una volta durante un’intervista radiofonica perché si chiama la giornata dell’orgoglio (pride): “È l’essere orgogliosi di ciò che siamo e chiedere che ogni persona venga accettata per quello che è, senza provare a cambiarla.” La manifestazione che era prevista a Gerusalemme è stata cancellata per via del contemporaneo ritiro dalla striscia di Gaza e dovrebbe tenersi il prossimo anno.

Anche in Israele, così come in qualunque altra nazione democratica, la piena parità passa necessariamente attraverso il riconoscimento delle coppie composte da persone dello stesso sesso. Etai Pinkas e Yoav Arad sono due ragazzi che si sono sposati pochi mesi fa in Canada e che stanno lottando in tribunale per vedere la loro unione riconosciuta. Come loro ci sono almeno altre 15 coppie nelle stesse condizioni. Un portavoce del Ministero dell’Interno ha reso noto che sono in corso incontri con queste coppie per discutere del problema. In occasione della sfilata del Gay Pride Pinkas ha detto che non è diversa da quella degli anni passati: “È sull’essere visibili. Essere li ogni anno significa far abituare la gente a noi, all’idea di noi, muovendo la società verso l’accettazione.” Pinkas e Arad, come migliaia di altre coppie gay e lesbiche nel mondo, rivendicano il diritto basilare per tutti di potersi costruire una famiglia. Un’aspirazione che ancora si scontra con difficoltà tecnico-legali.

Leggi   Israele: la Corte Suprema dice no ai matrimoni gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...