In settemila al Gay Pride di Bruxelles

di

Tra le rivendicazioni dell amarcia, il matrimonio gay. Anche gli omosessuali belgi hanno manifestato contro il leader del Fronte Nazionale francese Le Pen.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BRUXELLES – Gay in corteo a Bruxelles per richiedere la legalizzazione del matrimonio gay e una normativa contro le discriminazioni in Belgio. Anche quest’anno, in occasione del Gay Pride 2002, sono stati più di 7mila le persone che hanno sfilato pacificamente per le strade della capitale europea.

La variopinta manifestazione e’ stata organizzata dalle diverse associazioni gay e lesbiche del paese. Presenti anche alcuni uomini politici, tra cui il leader del Partito socialista Elio Di Rupo.

Il Belgio potrebbe essere il secondo paese, dopo l’Olanda, a decidere di legalizzare le unioni tra coppie omosessuali. La coalizione governativa – formata da liberali, socialisti e verdi – ha promesso un via libera entro la fine della legislatura, ossia tra poco piu’ di un anno.

La parata del sabato rosa, come viene ormai chiamata, e’ stata anche l’occasione per la comunita’ omosessuale in Belgio di manifestare – alla vigilia del ballottaggio delle elezioni presidenziali in Francia – contro il candidato dell’estrema destra Jean-Marie Le Pen.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...