INSIEME, PER TUTTA LA VITA

di

Cronache dal primo matrimonio tra due gay italiani: Mario e Antonio si sono sposati oggi all'Aja. "Un avvenimento storico" lo ha definito Grillini. Che ora, con gli sposi,...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Clicca qui per la galleria di foto

L’AJA – Con una cerimonia commossa e partecipe, Mario Ottocento e Antonio Garullo hanno finalmente coronato il loro sogno d’amore. In una citta’ invasa dal sole e trafficata come non mai, stamane alle dodici e trenta, i due ragazzi di Latina si sono accomodati sulle due sedie del Groenmarkt Paleis su cui si sono sposati anche la regina di Olanda, allora principessa, e il suo consorte. L’atmosfera era quella dei grandi eventi, ma senza spettacolarizzazione: i due promessi sposi erano eccitati e contenti, circondati dai familiari piu’ stretti, e sotto gli occhi attenti di giornalisti e telecamere italiane (il tg della Rai mandera’ in onda un servizio stasera) e olandesi, e alla presenza di una piccola delegazione di Arcigay guidata dal presidente onorario e parlamentare Franco Grillini.

Nessun stravaganza: Mario indossava un elegante completo scuro, e Antonio, in completo di lino chiaro, aveva ai piedi le scarpe con le quali partecipo’ al World Gay Pride del 2000 a Roma, e alle varie edizioni del Maurizio Costanzo Show cui i due sono stati invitati. "Il passo che facciamo oggi – ha spiegato ai giornalisti presenti dopo la cerimonia – e’ parte di un cammino piu’ lungo, cominciato a Roma du eanni fa. Ora torneremo in Italia dove decieremo le mosse piu’ opportune per ottenere finalmente il riconoscimento. Sara’ un’impresa lunga, ma noi siamo giovani, abbiamo tempo".

Il matrimonio e’ stato celebrato da un ufficiale di Stato Civile perfettamente consapevole del valore del loro atto: ha infatti insistito piu’ volte sull’importanza del matrimonio tra i due non solo per l’Italia, ma anche per l’Olanda, orgogliosa di poter contribuire alla nascita di una legislazione piu’ rispettosa delle minoranze in Europa. Ha anche ricordato le tappe fondamentali della nascita della legge olandese che consente i matrimoni tra omosessuali, definendola come una delle piu’ libertarie d’Europa: una modifica dell’articolo 81 ha persino eliminato l’obbligo di fedelta’ e coabitazione all’interno della coppia, a testimoniare che un nuovo modello di famiglia e’ possibile.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...