Interpellanza di Grillini sull’Aids

di

Il Governo ha garantito che sosterrà campagne di informazione puntate su uso del profilattico e inviti a eseguire il test anti HIV.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Franco Grillini, presidente onorario Arcigay e deputato DS, ha presentato ieri alla Camera una interpellanza al Governo in tema di lotta all’Aids. Nell’interpellanza, firmata anche da Titti De Simone, deputata di Rifondazione e presidente Arcilesbica, da Maura Cossutta, Pecoraro Scanio e altri, si interroga la posizione del Governo e sopratutto del ministero della Sanità, in materia di campagne di prevenzione del contagio da Hiv, lotta alla discriminazione delle persone sieropositive, entità dei fondi destinati alla lotta all’Aids, e sul perché a tutt’oggi non sia stata attivata la Consulta del volontariato per la lotta contro l’Aids presso il ministero della salute.

A questo proposito, Cesare Cursi, Sottosegretario di Stato per la salute, nella sua risposta, ha premesso che «il 14 gennaio 2002, si è insediata la nuova consulta del volontariato per la lotta all’AIDS, ricostituita con decreto del ministro del 18 dicembre 2001».

Sulle campagne di prevenzione, Cursi ha sottolineato che «è in corso di espletamento la gara – già avviata lo scorso anno con il ministro Veronesi – per l’appalto della prossima campagna informativa-educativa sull’infezione da HIV-AIDS, che consentirà una serie di iniziative sia di informazione, sia di comunicazione: spot televisivi e sui giornali, ma anche campagne di informazione all’interno del mondo della scuola intorno ai temi sollevati da questa interpellanza».

I cardini di questa nuova campagna di informazione sarà «l’invito ad eseguire il test anti HIV, unitamente a quello del profilattico»

Il Governo, secondo le parole del sottosegretario alla Sanità, prevede di avviare in particolare delle campagne nel mondo ella scuola e dello sport: «In particolare – ha specificato Cursi – è in corso di realizzazione un progetto editoriale di informazione per la prevenzione dell’HIV-AIDS e delle altre malattie sessualmente trasmesse, destinato a tutti gli studenti. È un progetto prodotto dalla collaborazione tra i Ministeri della salute e dell’istruzione. Ho sollecitato anche la previsione di analoghe iniziative nel mondo dello sport, del lavoro, dei giovani, delle discoteche, vale a dire nei luoghi di maggiore aggregazione».

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...