Iran: campagna anti-Aids ma senza sesso gay

di

L'Iran sta per lanciare la sua prima campagna di consapevolezza contro l'Aids, ma non ci sarà alcun riferimento al sesso gay, uno dei gruppi a più alto rischio...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


L’Iran sta per lanciare la sua prima campagna di consapevolezza contro l’Aids, ma non ci sarà alcun riferimento al sesso gay, uno dei gruppi a più alto rischio associati con la malattia.

Il paese sta affrontando un rapido aumento del numero delle persone che si infettano con l’Hiv, e l apaura di una epidemia sempre più inarrestabile ha spinto il governo ad approvare qualsiasi programma educativo sull’Aids.

Tuttavia, l’argomento el sesso è ancora tabù in Iran: non c’è nessuna educazione sessuale a scuola e l’omosessualità è vietata per legge. Ciononostante a partire da settembre il ministero dell’educazione comincerà a insegnare agli studenti cose molto semplici sull’infezione. Alle scuole elementari si insegnerà semplicemente che l’Aids è una "brutta malattia che colpisce le persone". Nelle scuole superiori, sarà distribuito del materiale informativo sull’Aids, in cui si descrive come due persone possono infettarsi, incluso l’infezione per rapporto sessuale, ma senza alcun riferimento al sesso tra uomini. L’enfasi è naturalmente viene data al rispetto dei valori religiosi e della famiglia e alla necessità di evitare il sesso al di fuori del matrimonio. Gl studenti non sentiranno la parola "preservativo" fino all’ultimo anno di liceo.

Le statistiche ufficiali del governo affermano che nel gennaio 2002 c’erano 3340 individui registrati in Iran che avevano contratto l’Hiv, ma il numero totale di iraniani infetti viene stimato intorno ai 19.000.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...