Isis, orrore senza fine: gay gettato dal palazzo e colpito con pietre

di

Rivendicato nelle scorse ore anche un massacro ai danni di 54 afghani.

8096 24

Una nuova immagine ritrae l’ennesima esecuzione dell’Isis ai danni di un uomo accusato di essere omosessuale.

Le immagini, pubblicate sui social da un account ufficiale propagandistico dello Stato Islamico, ritraggono un uomo gettato da un palazzo in quanto omosessuale: una volta a terra, altre persone lo colpiscono violentemente con delle pietre.

L’episodio ha avuto luogo a Deir Ezzor, roccaforte dell’Isis in Siria.

Quello in questione è solo l’ultimo dei numerosi casi segnalati di omosessuali uccisi e torturati dallo Stato Islamico, che nelle scorse ore ha anche rivendicato la responsabilità di un massacro di afghani (per la precisione sono 54 le vittime) sciiti (risalente all’inizio di agosto) in un villaggio dell’Afghanistan settentrionale.

Leggi   "Essere gay è una brutta cosa", prof rinviato a giudizio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...