Istanbul: al Pride lacrimogeni
sul corteo e sette arresti

di

La polizia carica contro i manifestanti che cercano di sventolare una bandiera arcobaleno.

CONDIVIDI
497 Condivisioni Facebook 497 Twitter Google WhatsApp
9933 1

Continua la repressione violenta della libertà d’espressione a Istanbul: dopo che il Pride ufficiale era stato vietato “per motivi di sicurezza e ordine pubblico”, gli attivisti LGBTQI turchi avevano annunciato che avrebbero manifestato comunque, disperdendosi in viale Istiklal e nel distretto di Beyoglu.

E così è stato: proprio sul viale principale la polizia turca, in assetto antisommossa, ha caricato contro un piccolo gruppo di attivisti che aveva osato dispiegare una bandiera arcobaleno, sparando lacrimogeni e proiettili finti.

Il gruppo di attivisti, con grande coraggio, ha protestato fino all’ultimo per il diritto alla libertà: purtroppo però, sono state arrestate almeno sette persone e tante altre fermate per le vie del centro, inseguite dai poliziotti. Qui un video dei manifestanti che cercano inesorabilmente di svolgere il corteo nella città:

 

istanbul_pride_3 istanbul_pride_2 istanbul_pride_1

Leggi   Aggredito perché gay, passante lo salva da un pestaggio: "Non uscirò più di casa"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...