Istat, al via l’indagine sui temi gay. Prima volta in Europa

di

L'Istituto Nazionale di Statistica condurrà un'indagine sull'orientamento sessuale. Il direttore centrale ci spiega in cosa consiste e perché è importane partecipare. Italia apripista in Europa.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1624 0
1624 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Promette di essere la più importante ricerca sul mondo lgbt, quella che a maggio inizierà a condurre l’Istat. Di sicuro sarà la prima del genere fatta dalla statistica ufficiale in tutto il Vecchio Continente.

Dai risultati del campione, costituito da 8mila persone estratte a sorte in tutta Italia, verrà fuori il vero rapporto tra la popolazione eterosessuale e quella lgbt. Un quadro che servirà prima di tutto alla classe politica (in accordo bipartisan per una volta: fu il ministro Pollastrini prima e il ministro Carfagna dopo, a sostenere e finanziare questa ricerca); ma anche alle associazioni gay che pure hanno collaborato con l’ISTAT per costruire il questionario. Ma cosa rileverà nel dettaglio l’indagine? Lo abbiamo chiesto alla direttrice centrale dell’Istat, Linda Laura Sabbadini (in foto).

«Per la prima volta chiederemo agli italiani cosa pensano di temi fondamentali per la vita di gay e lesbiche: come percepiscono il mondo lgbt, quanto radicati sono i pregiudizi, che tipo di stereotipi circolano sul mondo gay, con quali termini ci si riferisce alle persone lgbt, se pensano che la popolazione lgbt subisca discriminazioni e su quali terreni, se percepiscono un miglioramento o un peggioramento, insomma un quadro importante dal punto di vista dell’omofobia. Faremo esempi concreti, descriveremo situazioni: se due persone camminano mano nella mano e si danno un rapido bacio, come viene vissuta la situazione dai cittadini nel caso siano due eterosessuali, due uomini o due donne? Che reazione susciterebbe scoprire che il proprio medico è omosessuale? E l’insegnante di scuola elementare? Un’altra batteria di domande si concentrerà su unioni civili, matrimonio gay e adozioni. Che ne pensano le persone di una frase di questo tipo: ‘si può amare una persona dell’altro sesso o una dello stesso sesso, l’importante è amare’?». 

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...