Kenya: tagliano pene per fare pozione anti-Aids

di

Venivano drogati da sconosciuti che poi gli tagliavano il pene, utile, secondo una credenza locale, per realizzare una pozione contro l'Aids

547 0

MADRID – Venivano drogati da sconosciuti che poi gli tagliavano il pene, utile, secondo una credenza locale, per realizzare una pozione contro l’Aids. E’ accaduto in Kenya a due adolescenti che sono poi stati sottoposti in Spagna ad una operazione di ricostruzione. Lo riferisce Corriere.it citando il medico che li ha in cura.
I due sono stati mutilati dopo aver ricevuto cibo o bevande drogate da sconosciuti. «Li hanno attaccati per tagliare il loro pene e venderlo… per fare un tipo di pozione che secondo le credenze locali cura l’Aids», ha detto il dottor Pedro Cavadas, del Levante Rehabilitation Centre di Valencia alla radio Cadena Ser.
Uno dei ragazzi ha perso l’orecchio provando a difendersi quando ha ripreso conoscenza durante l’evirazione. Cavadas gestisce una fondazione che realizza tutti i tipi di chiurgia ricostruttiva in Kenya. Secondo quanto riferisce il dottor Cavadas due persone sono state arrestate a seguito della mutilazione, benché non è chiaro se siano legate all’attacco. «La pratica di mutilare i peni in ragazzi vergini non è una tradizione tra le tribù del Kenya. L’obiettivo di queste mutilazioni è fare una pozione per curare l’Aids», ha spiegato il dottor Cavadas.

Leggi   Omofobia, estate 2017 da incubo: a quando una legge?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...