KISS2PACS: ROMA SFIDA MANILA

di

Anche la capitale delle Filippine cercherà il 14 febbraio prossimo, di battere il record di coppie che si baciano in pubblico. Ma in Italia la manifestazione sarà anche...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Anche Manila, capitale delle Filippine, cercherà nel giorno di San Valentino, il 14 febbraio prossimo, di battere il record di coppie che si baciano in pubblico, ed entrare nel Guiness dei Primati come “capitale del bacio”. Il sindaco di Manila si è mosso imitando l’evento che si terrà a Roma sabato 14 febbraio a partire dalle 16. Si chiama Kiss2Pacs e a differenza di tutte le altre avrà uno scopo sociale e civile: centinaia di coppie si ritroveranno in piazza Farnese, di fronte all’ambasciata di Francia, per rivendicare i loro diritti come coppie di fatto e sollecitare il Parlamento italiano ad approvare la proposta di legge sul Patto Civile di Solidarietà (PACS). La manifestazione è promossa da Arcigay, ed ha il sostegno del movimento omosessuale italiano, delle associazioni e dei movimenti. In un pomeriggio di festa, si alterneranno sul palco di piazza Farnese cabarettisti e cantanti, presentati da Fabio Canino (RadioDue) e La Pina (RadioDeeJay). Per maggiori informazioni consultare il sito Internet www.unpacsavanti.it
“A San Valentino riempiremo piazza Farnese di baci” afferma Alessandro Zan, organizzatore della manifestazione e membro della segreteria nazionale di Arcigay. “La nostra manifestazione ha soprattutto una valenza sociale. Le coppie di fatto eterosessuali e omosessuali assieme raggiungono in Italia il milione e una buona parte di queste sono vittime di discriminazioni inacettabili, quali l’impossibilità dell’assistenza del partner in ospedale, il subentro nell’affitto, le questioni ereditarie e patrimoniali. Il Pacs andrebbe a sanare queste palesi ingiustizie”.
Nei giorni scorsi sono state diffuse le dichiarazioni del governatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Illy, che sostiene che le coppie di fatto non abbiano bisogno di tutela. “E’ preoccupante che un esponente del centro-sinistra non si renda conto che siamo di fronte a vere e proprie violazioni dei diritti umani. Eppure basterebbe leggere gli articoli 9 e 21 della Carta europea di Nizza” risponde ancora Alessandro Zan. “Non poter assistere il proprio partner in ospedale dopo un grave incidente perche si è allontanati in quanto non un familiare, è un’esperienza da non augurare a nessuno. Ma evidentemente Illy beve troppi caffè…”.
La Commissione Europea, inoltre, ha scelto il Kiss2Pacs per promuovere la sua campagna contro le discriminazioni motivate da genere, età, handicap e orientamento sessuale. Per le coppie che si baceranno in piazza Farnese infatti saranno a disposizione opuscoli e materiale informativo, oltre a gadget e t-shirt, con lo slogan “Sì alle diversità, no alle discriminazioni“. La campagna informativa per la lotta alla discriminazione è stata lanciata dalla Commissione Europea, capitanata
da Romano Prodi, il 16 giugno scorso, con eventi e manifestazioni in tutti i paesi della comunità. Tutte le informazioni sono rintracciabili al sito Internet www.stop-discrimination.info

Di seguito l’Appello a sostegno della Manifestazione Kiss2Pacs del 14 febbraio 2004, con l’elenco delle adesioni aggiornato
Fare un passo avanti a favore dei diritti civili e le libertà individuali. Questo è il senso della Manifestazione nazionale organizzata a Roma il 14 febbraio 2004 da Arcigay. C’è una legge, il Pacs, Patto Civile di Solidarietà, presentata da oltre 160 deputati, che ha il sostegno di tante associazioni, gruppi, sindacati e partiti; già decine di migliaia di cittadini italiani hanno firmato una petizione popolare per l’approvazione della legge.
Il Pacs è un contratto concluso tra due persone maggiorenni per organizzare i rapporti personali e patrimoniali della loro vita in comune. Non è rivolto solo alle persone omosessuali: è uno strumento a cui possono accedere anche le coppie di sesso diverso che non vogliono contrarre matrimonio ma preferiscono una regolamentazione più snella e leggera per il loro rapporto. Per i gay e le lesbiche rappresenterebbe la prima forma di riconoscimento giuridico delle proprie unioni. Questa legge non impone nulla alle coppie di fatto che non vogliano darsi alcun vincolo giuridico: il PACS è un’opportunità in più per tutti, non è un obbligo per nessuno. Assistere il/la propria partner in ospedale, partecipare alle decisioni che riguardano la sua salute e la sua vita, lasciare in eredità il proprio patrimonio alla persona con cui si è condivisa l’esistenza senza le gravose imposizioni fiscali previste per un estraneo sono alcune delle opportunità, oggi negate, che verrebbero introdotte dalla nuova legge.
Anche noi sosteniamo questa battaglia, aderiamo alla manifestazione del 14 febbraio e invitiamo tutti a partecipare al Kiss2Pacs, ovvero al bacio collettivo che migliaia di coppie attueranno durante la manifestazione per simboleggiare la necessità di riconoscere nel nostro paese la libertà di amare.
Hanno aderito:
Marzio Barbagli, Don Franco Barbero, Imma Battaglia, Andrea Benedino, Fausto Bertinotti, Matteo B. Bianchi, Tom Benetollo, Mattia Boschetti, Fabio Canino, Eva Cantarella, Daniele Capezzone, Alessandro Cardente, Rosalba Carena, Mauro Cioffari, Stefano Coco, Daria Colombo, Furio Colombo, Vincenzo Consoli, Franco Corleone, Fiorello Cortiana, Felix Cossolo, Lella Costa, Maurizio Costanzo, Pia Covre, Sandro Curzi, Eleonora Dall’Ovo, Giovanni Dall’Orto, Paola Dall’Orto, Alessio De Giorgi, Giuliana De Sio, Gabriele Del Monte, Marcella Di Folco, Anna Donati, Guglielmo Epifani, Claudio Fava, Dario Fo, Monica Frassoni, Don Andrea Gallo, Antonio Garullo, Gianni Geraci, Francesco Gnerre, Alessandro Golinelli, Cristina Gramolini, Leo Gullotta, Sabina Guzzanti, Paolo Hutter, Gianni Ippoliti, Mirella Izzo, La Pina, Gad Lerner, Enrico Lo Verso, Vladimir Luxuria, Francesca Mazzuccato, Luigi Manconi, Giuseppe Mosconi, Andrea Occhipinti, Maria Pace Ottieri, Mario Ottocento, Moni Ovadia, Ferzan Ozpetek, Gianfranco Pagliarulo, Giovanni Palombarini, Andrea Panerini, Alba Parietti, Piergiorgio Paterlini, Ottavia Piccolo, Franca Rame, Camilla Raznovich, Lidia Ravera, Paolo Rigliano, Gianni Rossi Barilli, Gilberto Sacchi, Daniele Scalise, Roberto Schena, Giampaolo Silvestri, Gigliola Toniollo, Ennio Trinelli, Delia Vaccarello, Viola Valentino, Gianni Vattimo, Roberto Vecchioni, Pamela Villoresi.
Organizzazioni, movimenti, riviste
Agedo Nazionale, Arcilesbica Nazionale, Arcitrans Roma, Aics – Nuova Gay, Cgil Nazionale, Circolo gay lesbico Coming Out di Caserta, Circolo gay lesbico l’Altro Volto di Lucca, Circolo Mario Mieli Roma, Circolo gay lesbico Garcia Lorca di Salerno, Comog, Circolo gay lesbico Maurice di Torino, Circolo gay lesbico Siena, Comunità Cristiana di Base Viottoli di Pinerolo, Coordinamento Nazionale dei Gruppi di Omosessuali Cristiani, Coordinamento Omosessuali DS, Coordinamento Pasolini PdCI, Coordinamento Nazionale Trans FTM, Comitato Diritti Civili delle prostitute, Comunità S. Benedetto al Porto di Genova, Clubbing, Crisalide Azione Trans Nazionale, Digayprogect di Roma, Gay.it, GayLib, GayRoma, Gay.Tv, Guidemagazine, Gruppo Pesce Roma, Informagay di Torino, L’Altro Martedì di Radio Popolare, Lamanicatagliata, Lila Nazionale, Movimento d’Identità Transessuale, Nuova Proposta – Gruppo Gay Credenti Roma, No God – Atei per la laicità degli Stati, Orsi Italiani, Studenti.net, Ufficio Nazionale Nuovi Diritti Cgil, Ufficio Nuovi Diritti Cgil Roma e Lazio, Pride, REFO, UDS – Unione degli Studenti.
Partiti e movimenti politici
Democratici di Sinistra, Federazione dei Verdi, Federazione Giovanile Comunista Italiana, Giovani Comunisti, Lista Civica di Roma, Partito dei Comunisti Italiani, Radicali Italiani, Rifondazione Comunista, Sinistra Giovanile, Socialisti Democratici Italiani

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...