L’America ha scelto: Obama è il nuovo presidente

di

L'affermazione di Barack Obama su John McCain costituisce un passo storico sulla strada della piena uguaglianza tra persone diverse.

891 0

ore 6:30    Obama sul palco, citando anche i gay

Alle 6 (ora italiana) Barack Obama è apparso sul palco del grande parco di Chicago dove si è tenuta la festa per la sua vittoria. Accompagnato all’inizio dalla moglie Michelle e dalle due figlie ha parlato per circa 20 minuti, rimarcando la brillante campagna elettorale condotta dal suo avversario. Dal palco Obama, simbolo delle tante minoranze che compongono la società, è tornato a parlare del suo impegno di lavorare per unire tutta la nazione: democratici e repubblicani, uomini e donne, bianchi e neri, etero e gay. Visto dall’italietta nella quale ci troviamo a vivere fa un certo effetto ascoltare il primo discorso di un neo-eletto presidente degli USA che accenna apertamente ai gay come parte integrante della società alla quale si rivolge. Dalle nostre parti rimaniamo innominati, la parola “gay” ancora ritenuta sconveniente in bocca ai politici.

Secondo Obama il segreto della potenza della nazione che da gennaio sarà chiamato a guidare sta nella sua capacità di cambiare, e come si può dargli torto se parla il primo presidente afro-americano di un paese nel quale fino a pochi decenni fa le persone di colore non potevano neanche sedere sugli stessi autobus, né frequentare gli stessi bar dei bianchi. Il suo è stato un formidabile discorso realistico sui tanti problemi del mondo ma pieno di speranza e di buon senso. Molte delle facce tra il pubblico rivelavano lacrime di autentica emozione. Per gli Stati Uniti la vittoria di Obama nella corsa alla Casa Bianca è già una grande pietra miliare. E lo è un po’ per tutti noi.

ore 5:20     McCain si congratula col vincitore

Il senatore John McCain ha ringraziato pubblicamente i suoi sostenitori e si e’ congratulato con Barack Obama per la sua vittoria, riconoscendo l’enorme importanza che avra’ nella storia l’elezione del primo presidente afro-americano degli Stati Uniti. McCain ha anche avuto parole di stima per la sua co-candidata Sarah Palin e ha zittito i ‘boooh’ che venivano dal pubblico mentre augurava buon lavoro a Obama e al suo vice-presidente Joe Biden.

ore 5:00     Obama ha vinto

Con lo sbloccarsi della situazione in Virgina e i successi considerati sicuri sugli stati della costa occidentale tutti i principali media, dalla CNN alla Fox, assegnano ormai a Barack Obama la vittoria. Anche i consiglieri di McCain avrebbero ammesso di non avere ormai nessuna posssibilita’ di vittoria.

ore 4:45     A Obama il 51% dei voti assoluti

Stando alle elaborazioni della rete televisiva CBS per Obama avrebbe votato sinora (in alcuni stati i seggi sono ancora aperti) il 51% degli elettori contro il 48% di McCain, ovvero circa 35 milioni contro 33 milioni di voti. Per la CBS i grandi elettori per Obama sarebbero 206 contro i 141 di McCain.

ore 4:00     Virginia in stallo, Ohio verso Obama

Neanche col 77% dei voti scrutinati ancora si puo’ ancora dire chi ha vinto in Virginia, che si sta rivelando essere un terreno combattuto sino all’ultimo voto. Le proiezioni in Iowa (7 elettori) danno Obama solidamente in vantaggio mentre il Texas (34 elettori) si conferma dominio repubblicano. 

A Chicago, in Illinois, intanto si e’ gia’ radunata una folla enorme nell’area dove parlera’ Barack Obama

ore 3:30     Lo stato chiave dell’Ohio va a Obama

L’affermazione di Barack Obama nello stato chiave dell’Ohio tende a rassicurare ulteriormente i democratici. Con i suoi 20 elettori porta Obama a toccare i 200 ‘grandi elettori’ sui 270 necessari per aggiudicarsi la vittoria. McCain al momento e’ a quota 85. 

 ore 3:10    Obama in testa in altri 6 stati

Secondo le proiezione diffuse da Fox News, rete ben nota per le sue smaccate simpatie filo-repubblicane, Barack Obama starebbe vincendo in altri 6 stati: Michigan, Minnesota, New York, New Mexico, Rhode Island e Wisconsin. McCain e’ invece solidamente in vantaggio in Georgia, stato che i democratici speravano di poter strappare.

ore 2:40    La Florida verso Obama

Secondo i sondaggisti di SkyNews due stati solitamente repubblicani come l’Arkansas e l’Oklahoma vedrebbero John McCain in testa mentre in Florida, governata negli ultimi anni dal fratello del presidente Jeff Bush, la proiezione basata sul 33% dei voti scrutinati vedrebbe Obama in vantaggio. Una affermazione in Florida sarebbe molto importante per i democratici. 

ore 2:10   Obama verso la vittoria in due stati

Il costante flusso di dati modifica costantemente la situazione. Mentre in Florida, in passato solidamente repubblicana, la corsa e’ ancora incerta le proiezioni danno vincente Obama in New Hampshire e in Pennsylvania. La BBC al momento assegna 34 grandi elettori a McCain e 84 a Obama.  

ore 1:50   Bene McCain in due stati

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...