L’Australia lancia campagna per turismo gay

di

L'Australian Tourist Commission ha preso di mira la benestante comunita' gay e lesbica, con una nuova campagna internazionale, parte di una strategia diretta a diversi mercati di nicchia.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


SYDNEY – L’Australian Tourist Commission (Atc) ha preso di mira la benestante comunita’ gay e lesbica, specie in Nord America, con una nuova campagna internazionale, parte di una strategia diretta a diversi mercati di nicchia, dai saccopelisti ai turisti della terza eta’. Gli annunci pubblicitari mirati al ‘dollaro rosa’, su giornali gay, in siti web e cartelloni stradali, puntano in particolare sull’annuale Mardi Gras gay e lesbico di Sydney, un programma di eventi dal 6 febbraio al 6 marzo, che culminera’ con la grande parata dei carri mascherati nel quartiere gay di Sydney, seguita ogni anno da oltre mezzo milione di spettatori.
L’Atc ha creato una sezione specifica del suo sito web (www.australia.com/gay) per fornire informazioni su pacchetti di vacanze. L’attacco al mercato gay e lesbico del Nordamerica, il cui valore stimato supera i 42 miliardi di euro l’anno, si affidera’ alla pubblicazione questo mese di una guida gratuita dell’Australia di 24 pagine dedicata a quella categoria di turisti, con dettagli sulle attivita’ in programma durante il 2004 nelle diverse localita’.
L’editore Dominic O’Grady, responsabile delle pubblicazioni, ha dichiarato che il mercato omosessuale e’ di grande importanza per l’Australia. “Non e’ solo questione di denaro”, ha detto. “Se daremo il benvenuto ai visitatori internazionali di quel settore, manderemo al mondo un messaggio davvero potente sul tipo di societa’ che e’ quella australiana”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...