L’elezione di Obama? La decidono i voti lgbt

di

E' il risultato di un sondaggio di Gallup secondo cui se il 71% delle lesbiche e dei gay che si dicono pro Obama effettivamente lo voteranno, la rielezione...

1861 0

Stando ad un sondaggio realizzato da Gallup, se solo il 71 per cento dei votanti lgbt che hanno dichiarato il loro appoggio ad Obama lo votassero davvero, potrebbero fare la differenza ed assicurare l’elezione al presidente uscente.
Secondo la società di ricerca di sondaggi, infatti, da giugno a settembre, tra gli elettori etero risultava in testa Romney con il 47 per cento contro il 46 di preferenze ad Obama. Ma considerando anche i voti delle persone lgbt, si constata un sorpasso di Obama che tocca il 47 per cento di preferenze, mentre Romney scende al 45. Questo dimostra che l’elevato numero di elettori democratici tra le persone lgbt è sufficiente a garantire al primo presidente afro-americano degli Usa la rielezione alla Casa Bianca.

Il sondaggio è il risultato di 12 mila interviste realizzate tra cittadini statunitensi adulti che rappresentano un vasto campione di uomini e donne lgbt.
Gallup ha anche rilevato che il 20 per cento delle persone che si autodefiniscono lgbt si dicono conservatrici o ultra-conservatrici. In più, il 68 per cento delle persone gay, lesbiche, transessuali e bisessuali approvano il lavoro svolto da Obama durante il suo mandato, mentre sono più numerosi, in termini percentuali, gli eterosessuali che si sono registrati per potere andare a votare. "Circa il 74 per cento delle persone lgbt (i tre quarti) dichiarano di essersi registrati per il voto, mentre sono l’80 per cento gli eterosessuali che esprimeranno una preferenza", dichiara la società di ricerca.

Leggi   Insulti e minacce su Facebook: la sua colpa? Essere gay e di destra
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...