L’Italia dei Pride: da Bologna a Viareggio, le date già note

di

Il Pride nazionale, come si sa, si svolgerà a Bologna il 9 giugno, ma non mancano i Pride regionali e cittadini, da quello toscano di Viareggio, il 23...

12648 0

La data del Pride nazionale è già nota: il 9 giugno l’appuntamento per la comunità lgbt italiana, infatti, è a Bologna dove a parata dell’orgoglio gay torna dopo tre anni e dopo il successo dell’Europride dello scorso anno di Roma.
Un Pride considerato cruciale proprio mentre nel Paese il dibattito sui diritti delle coppie lgbt è ad un punto di svolta grazie, anche, alle recenti sentenze della Cassazione, del Tribunale di Reggio Emilia e di quello di Milano che a vario titolo e sotto differenti aspetti, riconoscono i rapporti di coppia tra gay e tra lesbiche come degni di riconsocimento.
Come ogni anno, però, il Pride nazionale non sarà l’unico ad animare il mese di giugno, tradizionalmente il mese dell’orgoglio gay.
Sono già state fissate, infatti, anche le date di altri Pride cittadini o regionali che percorrerano l’Italia da nord a sud.

Il primo Toscana Pride si svolgerà il 23 giugno a Viareggio. Una scelta non casuale, quella toscana, dato l’anno turbolento vissuto dalla comunità lgbt viareggina che rischia, dopo alcuni provvedimenti delle autorità locali, di vedere dissolversi l’esperienza di Torre del Lago diventata da più di un decennio punto di riferimento di gay e lesbiche di tutta la Toscana, e non solo, grazie a iniziative come il consorzio Friendly Versilia, il Mardì Gras, festival di cultura, musica e intrattenimento lgbt di grande richiamo, la consegna del premio "Personaggio gay dell’anno" e il concorso "Mister Gay Italia", solo per citare le iniziative più note.
Dal 12 al 27 maggio la comunità lgbt campana si è data appuntamento a Salerno che quest’anno ospiterà il Pride regionale organizzato dal Coordinamento Rainbow Campania per "dare un impulso chiaro dai territori" che arrivi dritto al cuore della politica. Ancora da decidere le date di Roma e Milano.

Workshop e dibattiti saranno ospitati presso l’ex area Salid, al Parco Urbano dell’Irno in attesa del corteo finale il 26 maggio.
Ma anche Napoli avrà la sua marcia dell’orgoglio gay, organizzata dal Coordinamento Napoli Pride, che si snoderà per le strade del capoluogo campano il prossimo 30 giugno. La pseranza degli organizzatori, naturalmente, è che come lo scorso anno anche questa volta il sindaco De Magistris scenda in piazza a fianco di gay, lesbiche e trans napoletani.
Immancabile ormai l’appuntamento con il Torino Pride, la cui data è stata annunciata ieri. Il movimentolgbt piemontese si è dato appuntamento nella città del Festival del Cinema LGBT il prossimo 16 giugno, data che "non sarà che il culmine di un fittissimo calendario di iniziative", fanno sapere dal Coordinamento Torino Pride.
Ancora il 23 giugno si svolgerà il Palermo Pride nell’anno in cui il capoluogo siciliano, subito dopo la campagna elettorale per l’elezione del nuovo sindaco, si candida a ospitare il Pride nazionale del 2013.

Leggi   Onda Pride 2018: le città e le date finora in calendario
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...