L’occhio della rete negli spogliatoi

di |

Le riprese nelle docce di una scuola fanno gridare al bullismo. Ma i filmati di scherzi fra ragazzi possono essere messi al pari della violenza o dello scherno?...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
15660 0
15660 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il videofonino di un anonimo operatore ha catturato le immagini che mostrano dei ragazzi che fanno la doccia nudi. È successo all’istituto tecnico di Agraria «A.Trentin» di Lonigo in provincia di Vicenza, e l’episodio è stato riportato dalla stampa locale come un tipico caso di bullismo. E tanto è stato il clamore suscitato che il preside dell’Istituto ha convocato un consiglio disciplinare per punire il colpevole.

Le riprese sono state pubblicate su Youtube, il popolare sito di video amatoriali, e mostrano tra l’altro alcuni visi che rendono i protagonisti del video facilmente riconoscibili.

Ma si può etichettare una cosa simile come episodio di bullismo? È possibile mettere quello che all’apparenza sembra uno scherzo tra amici al pari delle violenze ai danni, ad esempio, di un ragazzo down?

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...