L’omofobia non ferma il My Mardi Gras

di

Come da programma, domani apre il Festival gay estivo di Torre Del Lago nonostante l'attacco omofobo subito dall'organizzazione. Insy Loan, Ivan Cotroneo, live di Malika Ayane e festa...

2149 0

AVANTI TUTTA CONTRO L’OMOFOBIA– Nonostante l’attacco omofobo subito ieri notte dagli organizzatori del Mardi Gras di Torre del Lago, il festival gay non cambierà il programma degli eventi e, come da cartellone, aprirà le sue serate domani sera con il concerto di Malika Ayane. Le forze dell’ordine, nel frattempo, stanno indagando sul caso delle scritte omofobe e neofasciste lasciate dentro l’ascensore e sulla porta di ingresso degli uffici del portale Gay.it la notte tra martedì e mercoledì. "La migliore risposta all’ignoranza di chi ha compiuto questo gesto sarà la partecipazione delle famiglie eterosessuali al nostro festival", ha dichiarato presidente di Gay.it Alessio De Giorgi.

DIBATTITI – Alle 22, prima del concerto live di Malika Ayane, si terrà il primo dei cinque dibattiti moderati dal giornalista di Gay.it Daniele Nardini. Gli ospiti saranno Ivan Cotroneo, sceneggiatore e autore dei programmi di Serena Dandini, e Alessandro Michetti alias Insy Loan, il blogger eletto dal settimanale Novella2000 il "gay più influente".

LE VITTIME DI VIAREGGIO – La strage di Viareggio accaduta pochi mesi fa a pochissimi chilometri da Torre del Lago non potrà non incidere sulla manifestazione nella quale, infatti, è prevista una commemorazione sul palco alla presenza dell’assessore al Turismo del Comune di Viareggio Pierluigi Cinquini.

SPETTACOLI E MUSICA – Dalle 23 il direttore artistico e conduttore Fabio Canino, assistito dai suoi 3 "velini" e dall’irriverente inviato speciale Paolo Ruffini (Nido del cuculo), darà il via allo spettacolo del nuovo fenomeno musicale italiano, la cantante Malika Ayane in un’esibizione dal vivo con i tormentoni "Feeling better", "Come Foglie" e le canzoni tratte dall’ultimo album della rivelazione di Sanremo, compresa "Contro vento", uno dei brani più trasmessi di questa estate. Al termine, la sigla di chiusura "Jay Oh", che coinvolgerà il pubblico, invitato sul palco a partecipare alla coreografia in stile bollywoodiano. Subito dopo, a 00:30,  il Lungomare si trasformerà in una vera e propria pista da discoteca grazie alla musica house dei migliori djs internazionali.

Leggi   Azerbaijan, un uomo conferma: "Sono stato picchiato e colpito da scariche elettriche"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...