La Corte Europea potrebbe dire sì alle adozioni gay

di

Due donne austriache hanno fatto ricorso alla Corte perché nessun tribunale del loro paese ha concesso a una delle due l'adozione del figlio dell'altra. Sentenza storica se Strasburgo...

4849 0

Potrebbe essere una sentenza storica quella che la Corte Europea per i Diritti dell’Uomo si appresta a pronunciare. Una coppia di donne austriache, infatti, è ricorsa proprio al tribunale europeo dopo essersi vista negare, in tutti i gradi di giudizio la possibilità per una delle due di adottare il figlio avuto dall’altra durante una precedente relazione eterosessuale.
Nessun tribunale austriaco, né tanto meno il padre del bambino, hanno acconsentito a che la donna diventasse madere adottiva del piccolo pur avendo una relazione stabile con la madre biologica.

In Austria, infatti, la legge non consente alle coppie omosessuali di adottare bambini, né di sposarsi concedendo solo la possibilità di riconoscimento dell’unione civile.
Adesso le due donne, intenzionate ad andare fino in fondo, si sono appellate alla Corte di Strasburgo che, com’è noto, emette le proprie sentenze basandosi sulla Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali che è stata introdotta ben 62 anni fa ed è stata ratificata da 47 paesi dell’Unione Europea tra cui, naturalmente, anche l’Italia.

Gli esperti sostengono che la Corte potrebbe riconoscere il diritto delle due donne ad essere riconosciute entrambi come madri del piccolo tramite l’adozione, diritto che, in questo caso, sarebbe stato negato dalla giustizia nazionale austriaca.
Se così fosse, si tratterebbe di una sentenza fondamentale per la comunità lgbt europea. Nonostante le coppie gay, infatti, siano riconosciute, in varie forme, quasi in tutta l’Europa, l’adozione resta una questione irrisolta in molti paesi. Una sentenza a favore delle adozioni da parte della Corte Europea per i Diritti dell’Uomo potrebbe fare da spinta per il riconsocimento di questo diritti in sempre più paesi.

Leggi   Un Valzer di emozioni
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...