La Corte federale sentenzia: la Pro8 è incostituzionale

di

Per la seconda volta, la Corte d'appello federale della California giudica incostituzionale il divieto di nozze gay. L'ultima parola alla Corte Suprema interpellata dalle associazioni che lo proposero

1015 0

Quella contro la Proposition 8 è una battaglia che, in California, va avanti dal 2008. Oggi la Corte d’appello federale di San Francisco ha confermato la sua dichiarazione di incostituzionalità per il divieto dei matrimoni gay in California, introdotto con il referendum popolare che  ha approvato la Prop8. La conferma della sofferta sentenza emessa lo scorso febbraio, che con due voti a favore e uno contrario aveva stabilito che il bando viola il principio dell’uguaglianza davanti alla legge, apre la strada al ricorso alla Corte Suprema, a cui spetterà l’ultima parola. La comunità lgbt californiana, quindi, segna un altro, fondamentale punto a suo favore.

Le associazioni che si occupano dei diritti delle persone lgbt hanno salutato la sentenza come "una vittoria per le amorevoli e impegnate coppie di gay e lesbiche in California e nel resto del Paese". Ma i sostenitori della Proposition 8, che stabilisce che l’unico matrimonio possibile in California è quello tra un uomo e una donna, hanno subito confermato che sottoporranno la questione al più alto tribunale americano. Hanno 90 giorni di tempo per presentare il ricorso. La Corte d’Appello federale aveva già respinto lo scorso febbraio la richiesta di pronunciarsi nuovamente sul caso con una giuria allargata a 11 magistrati ("en banc") e non in formato ristretto.

All’indomani dell’approvazione della legge che istituiva le nozze tra persone dello stesso sesso, moltissime coppie gay californiane si erano sposate, incluse molte coppie famose come Ellen DeGeneres e Portia De Rossi. Alla vittoria della Proposition 8 al referendum è nato un grosso movimento che ha visto coinvolti testimonial celiforniani e non impegnati nella battaglia per i diritti delle coppie gay. Tra questi la coppia più famosa della TV, i Mitchell e Cameron di Modern family (interpretari rispettivamente da Jesse Tyler Ferguson, gay dichiarato, e Eric Stonestreet).

Leggi   Disney, “One Million Moms” lancia una campagna contro il personaggio gay di Andi Mack
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...