La famiglia gay della Cassazione si racconta

di |

Dalla sorpresa per la notizia ai progetti futuri. Parla la coppia della storica sentenza della Cassazione. "Ai giovani diciamo: non abbiate paura di pensarvi come una famiglia".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1169 0
1169 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il 1° Giugno festeggeranno 10 anni di matrimonio ma il nostro paese, da quando volarono in Olanda per sposarsi, ancora non ha riconosciuto le loro nozze. Antonio e Mario sono la coppia di Latina protagonista della storica sentenza della Corte di Cassazione dopo la quale sarà molto più difficile parlare di famiglia escludendo le tante coppie gay e lesbiche ed i loro figli. Dopo il pronunciamento della corte, e dopo che l’avv. Bilotta ce ne ha spiegato gli aspetti tecnici e le conseguenze, abbiamo cercato di conoscerne meglio i protagonisti attraverso una breve chiacchierata con Antonio.

Com’è nata 10 anni fa, quando peraltro in Europa il matrimonio fra persone dello stesso sesso era legale ancora solo in Olanda, l’idea di volare all’Aja per veder legalmente riconosciuto il vostro amore?

In maniera assolutamente istintiva. In realtà stavamo insieme da alcuni anni ed essendo una coppia già consolidata ci è bastato guardarci negli occhi per dire: "Facciamolo!".

Raccontaci, come vi è arrivata la notizia della sentenza?

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...