La madre di Shepard ai gay: siate noiosi!

di

"Se la comunità non fosse una comunità misteriosa, mio figlio sarebbe ancora qui"

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


La madre di Matthew Shepard in un discorso agli studenti di Minneapolis mercoledì scorso: ha detto che i gay devono imparare a mostrare che sono noiosi come tutti gli altri. "Se la comunità non fosse una comunità misteriosa, mio figlio sarebbe ancora qui" ha detto la signora Shepard alla St. Thomas University.

Matthew Shepard, studente all’Università del Wyoming, morì nel 1998 molti giorni dopo aver subito un’aggressione. Aveva 21 anni.

Judy Shepard adesso ha dato vita con il marito Dennis alla Matthew Shepard Foundation e viaggia per gli Stati Uniti facendo conferenze. Ha fatto ridere la platea affermando: "Dovreste mostrare che non c’è nulla in voi di cui aver paura perche’ siete come tutti gli altri: noiosi!". Mentre i mass-media mettono in luce troppo spesso gli aspetti piu’ stravaganti della comunita’, chi sta in testa ai gay pride e ignorano quelli delle ultime file.

Da quando suo figlio e’ morto, la signora Shepard ha avuto occasione di conoscere sempre meglio la comunita’ gay e le piace -ad esempio- partecipare a feste con drag-queens a Denver. Ma ha pregato gli uomini gay "di essere meravigliosamente onesti e sinceri su quel che sono veramente".

I gay che tengono un atteggiamento di misura possono servire come figure modello per i piu’ giovani che combattono nel tentativo di affermare la propria identita’ sessuale ma non s’identificano con le drag-queens, ha concluso.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...