LA PILLOLA DELL’ETEROSESSUALITA’

di

Il defagit rende etero: lo rivela uno studio.

1401 0

Si chiama defagit la nuova sorprendente sostanza alla base del farmaco che, sperimentato in gran segreto su un ristretto gruppo di uomini omosessuali, ha sensibilmente modificato il loro orientamento sessuale. La ricerca, indubbiamente interessante, ma che desta non pochi dubbi, è stata condotta da un’équipe americana (e non poteva che essere così…) in territorio russo. All’interno dell’università di Mansk, nella Russia meridionale, hanno lavorato in stretta collaborazione un gruppo di studiosi locali capeggiati dall’americano John Strong e dai suoi colleghi.

Gli studiosi avevano effettuato una serie di inconcludenti sperimentazioni sulle scimmie; ma la ricerca, dichiara il portavoce del prof. Strong, è presto giunta a un punto morto. L’orientamento sessuale di questi animali, infatti, non è ben identificabile, dal momento che – come è ormai risaputo – la stragrande maggioranza delle specie animali non si fa nessun problema a praticare sesso gay oltre a quello necessario per la riproduzione, e spesso con più gusto. Occorreva dunque procedere alla sperimentazione umana. Saltando molte barriere burocratiche, un gruppo di 15 omosessuali maschi della Russia, Germania e Turchia si sono resi disponibili come cavie per la sperimentazione umana. Tutti i soggetti dello studio non avevano mai avuto rapporti sessuali con persone di sesso femminile, precisa il comunicato stampa pervenuto da Mansk. Dopo un trattamento che prevedeva due assunzioni quotidiane di una dose di circa 50mg di defagit, durato complessivamente 30 giorni, il 93.3% dei soggetti ha reagito con una sensibile caduta della libido nei confronti degli altri uomini, registrata attraverso osservazioni compiute sotto stimolazione erotica. L’80% dei soggetti ha invece fatto registrare un deciso innalzamento della libido in corrispondenza di sollecitazioni erotiche relative a persone di sesso femminile.

La comunità scientifica minimizza i risultati dello studio: “la sperimentazione necessita di approfondimenti e verifiche” affermano dal IIS (International Institute of Sessuology) del Giappone, mentre le associazioni omosessuali si oppongono vivacemente. Il rappresentante italiano della Ilga Europe ha, ad esempio, espresso rammarico: “supponiamo che uno dei partner di ogni coppia registrata come unione di fatto nei paesi dove questo è possibile, diventasse etero: decine di anni di lotte sarebbero vanificate. Io penso anche al mio compagno…”. Un’altra forte preoccupazione, che sembrerebbe non infondata, viene dall’ipotesi che i gay abituati a manifestare il loro orgoglio omosessuale, una volta “curati” possano sfilare per le vie e le piazze per affermare il loro orgoglio di etrosessuali rifatti… Una proposta in tal senso è già venuta da alcuni dei soggetti che hanno partecipato alla sperimentazione, che hanno suggerito di ricordare ogni anno la data del 15 gennaio 2001, giorno in cui hanno iniziato ad assumere la portentosa defagit.

Chiunque fosse interessato a ricevere informazioni dettagliate, può richiederle a contents@gay.it.

Leggi   Mondiali di calcio 2018, la Russia: "Sì alle bandiere arcobaleno negli stadi"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...