La Procura di Torino blocca il video di Soria

di

Le videoriprese col cellulare dell'ex domestico Nitish sono state sequestrate nelle redazioni di Studio Aperto e Matrix. Mediaset: "Faremo ricorso". Intanto slitta la scarcerazione di Giuliano Soria.

755 0

È stato sequestrato nelle redazioni di Studio Aperto e Matrix il video registrato col cellulare da Nitish, il domestico di Soria che proverebbe ingiurie e molestie sessuali. La procura della Repubblica di Torino ha anche aperto un fascicolo a riguardo specificando che se il video fosse stato mandato in onda le trasmissioni sarebbero state interrotte d’autorità ‘per pubblicazione arbitraria di atti di un procedimento penale’.

Mediaset, in una nota, ha annunciato che farà ricorso contro la decisione: "Non manderemo in onda quelle immagini ma ricorreremo in tutte le sedi. Il video, proveniente dalla vittima del presunto abuso, è agli atti del procedimento giudiziario che vede come principale accusato il fondatore del premio Grinzane. Mediaset, come sempre rispettosa di ogni atto dell’autorità giudiziaria, ha consegnato il filmato pur ritenendo l’azione dei magistrati ingiustificata e lesiva del diritto dei telespettatori ad una puntuale, tempestiva e corretta informazione su un importante caso di cronaca".

Intanto slitta la decisione sulla scarcerazione di Soria: dopo 45 minuti di udienza di fronte al Tribunale del Riesame di Torino contro l’ordine di custodia cautelare nei confronti dell’ex presidente del Premio Grinzane Cavour, i pm hanno preso tempo fino a domenica per decidere sia sulla richiesta di arresti domiciliari presso il Sermig che sul ricovero in una clinica a San Maurizio Canavese, ‘Villa Turine Amione’, specializzata in malattie mentali. Soria ha nuovamente negato "con forza l’accusa di violenza sessuale nei confronti del suo ex domestico".

Leggi   25 anni fa ci lasciava Ottavio Mai, cofondatore del cinefestival lgbt torinese Da Sodoma a Hollywood
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...