LE DESTRE ESTREME A VERONA ATTACCANO LA SEDE DEL CIRCOLO PINK

di

Il circolo Pink ha ricevuto minacce tramite volantini firmati da un gruppo nazista

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


L’ultima minaccia risale a sabato 14 Aprile 2001 pervenuta alla sede del circolo PINK tramite una lettera lasciata nella cassetta della posta. Nella lettera-volantino appaiono richiami all’ideologia nazista con espliciti riferimenti ai metodi di eliminazione delle persone usati nei campi di concentramento.

Il volantino a firma SUPREMAZIA FASCISTA minaccia l’eliminazione delle

persone omosessuali con lo ZIKLON B, la sostanza mortale usata nelle camere a gas naziste.

L’attacco al circolo Pink è gravissimo perchè rientra in un clima di tensione che la nostra città sta vivendo in questo periodo, dove si tende ad isolare e criminalizzare parti della società che da anni operano per la costruzione di una convivenza delle diverse differenze, per valorizzare piuttosto modalità e gruppi che Tranquillamente fanno riferimento alla destra estrema. Le istituzioni veronesi, Comune e Provincia, in questi ultimi mesi hanno finanziato e patrocinato varie iniziative che propangandano le stesse ideologie fasciste e naziste che ispirano il testo del volantino.

Il circolo Pink ha scelto di aprire la sede a molte associazioni e gruppi che si collocano a sinistra, quella sinistra che crede che ogni persona, indipendentemente dal suo orientamento sessuale, condizione personale, etnia, abbia diritto di cittadinanza.

Questa minaccia è rivolta alle persone che scelgono di vivere la propria omosessualità alla luce del sole, a Testa alta in netto contrasto con il

secolare “non detto clandestino” che alimenta le culture reazionarie di ogni paese; é rivolta inoltre a tutte le persone impegnate politicamente a sinistra , e, che in questi ultimi anni hanno trovato nella sede del Pink un punto di riferimento.

Il prossimo 25 Aprile assume ulteriormente il significato di una memoria che non può essere ricordata a spezzoni ma che deve rileggere a tutto

campo gli orrori e le cause del nazismo, chiamando per nome le persone

internate, per evitare forme di censura che creano inevitabilmente sacche di intolleranza.

Ecco il testo della lettera-volantino (corredata da due croci celtiche):L’Italia fra meno di cinquant’anni non ci sarà più,grazie ai froci criminali e bastardi come voi e ai vostri cari amici comunisti,anarchici,massoni,radicali ed ebrei,assassini e sterminatori di genti sane e gloriose come fu il popolo istriano.

Il vostro fetore impregna l’Europa ed il Mondo.

La vostra arroganza insulta l’umanità intera.

Siete peggio degli animali che almeno certe cose non le fanno.

Dio vi odia come a noi fate ribrezzo!

Se l’Aids non vi annienterà,lo farà il nostro Zyklon B(*)!

L’Italia ha bisogno di bambini non di finocchi

SUPREMAZIA FASCISTA

[(*)Zyklon B:il gas usato nei campi di sterminio nazisti]

Il presidente del Circolo Pink

Gianni Zardini

bricioli@tin.it

Circolo Pink

Via Scrimiri, 7 37129 Verona

Tel. 045 8065911 pinkverona@tiscalinet.it

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...