Lecce, sì della giunta alla rete RE.A.DY: “Primo passo contro le discriminazioni”

di

L'assessora alle Pari Opportunità ha incontrato le associazioni LGBT locali: "Obiettivi futuri comuni".

988 0

In mattinata la giunta comunale di Lecce ha aderito alla rete RE.A.DY, che riunisce le amministrazioni locali italiane che si oppongono alle discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

Silvia Miglietta, assessore alle Pari Opportunità, si è detta soddisfatta: “Con questo primo e importante passo la nostra amministrazione si impegna concretamente nella lotta alle discriminazioni. In questi primi mesi di mandato ho incontrato le associazioni locali che operano sul territorio in ambito LGBT e insieme abbiamo individuato obiettivi comuni da raggiungere nei prossimi anni per garantire a tutti il pieno godimento dei diritti umani in ambito familiare, sociale e lavorativo”.

La rete, istituita nel 2006 e a cui hanno aderito fino a oggi circa cento tra amministrazioni regionali, provinciali e comunali, avviene mediante sottoscrizione di una carta d’intenti e non comporta alcun costo per la pubblica amministrazione.

Leggi   Comunità LGBT e discriminazioni sul lavoro: il rapporto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...